Autore Topic: Uomini Beta e Fabrizio Marchi  (Letto 20955 volte)

Offline Suicide Is Painless

  • Veterano
  • ***
  • Post: 2061
  • Sesso: Maschio
  • Le donne non voglion mai passare per puttane,prima
Re:Re:Fabrizio Marchi : Medicina di genere .
« Risposta #30 il: Marzo 19, 2014, 18:24:55 pm »
Lo auspico .
Più che altro sono indotto a pensare che un'intesa strategica tra noi e gli Uomini Beta sia possibile poiché sembra che Fabrizio Marchi e Mauro Recher stiano iniziando a trattare la questione maschile con un approccio più realistico e pragmatico rispetto al passato , in primo luogo mi sembra che si stiano sbarazzando del progressismo , del comunismo e della socialdemocrazia  per incarnare un autentico marxismo e socialismo .
L'appoggio dato a colui il quale si definisce fautore del “socialismo del XXI secolo” , “umanista” e “cristiano di sinistra” l'attuale Presidente dell'Ecuador Rafael Correa mi induce a pensare che tra noi e loro sia possibile una reciproca e fattiva collaborazione limitata ai temi comuni .

Ti piace Correa??Stendardo alle volte mi stupkisci...Davvero. Comunque sì Correa ha fatto delle cose molto buone e difatti stanno provando a farlo fuori e aizzare la classe media borghese ei soliti ricchi in primis e in tutti i modi, dai soliti mezzi del DPT di Stato Usa, CIA, FMI tutti insieme appassionatamente. Dopo che ha perseguito quei banchieri di Miami poi e congelato e confiscato tutti i fondi neri in Ecuador della loro banca americana...Cosa mai fatta da nessuno precedentemente ma che rischia anche di sugellare una sorta di sua pietra tombale.
Neil McCauley/Robert DE Niro [ultime parole]:- "Visto che non ci torno in prigione?"
Vincent Hanna/Al Pacino :-"Già."
Noodles:"I vincenti si riconoscono alla partenza. Riconosci i vincenti e i brocchi.Chi avrebbe puntato su di me?"
Fat Moe:"Io avrei puntato tutto su di te."
Noodles:E avresti perso.

Offline Suicide Is Painless

  • Veterano
  • ***
  • Post: 2061
  • Sesso: Maschio
  • Le donne non voglion mai passare per puttane,prima
Re:Re:Fabrizio Marchi : Medicina di genere .
« Risposta #31 il: Marzo 19, 2014, 18:33:12 pm »
ho ragione anche sul resto.
 ;)

Può darsi è solo che poi non è tanto agevole non essere "additati" o soltanto "allusi" come forum interamente di estrema destra fanatica e intollerante, illiberante e compagnia bella (e questo a mio parere questo forum non lo è, o almeno non ancora), se poi prendessero troppo piede magari chi o più appena sente che qualcuno anche solo timidamente o più esibitamente dichiara di avere idee o essere simpatizzante di sinistra o qualche concetto più "liberale" visto che parlavi in precedente post di destra liberale che purtroppo in Italia è sempre stata emarginata ed egemonizzata da quell'altra, e viene apostrofato con appellativi del tipo sporco verme rosso bastardo ti deve essere raddrizzata la schiena a calci, cloaca comunista di merda ecc. o  simili assurdità del genere....Su Uomini Beta non mi pare che ci sia un apologia dello stalinismo o una sentinella continua di isterico antifascismo militante, altrimenti appunto, potrebbero benissimo essere/venire "additati/allusi" loro di questo opposto...
Neil McCauley/Robert DE Niro [ultime parole]:- "Visto che non ci torno in prigione?"
Vincent Hanna/Al Pacino :-"Già."
Noodles:"I vincenti si riconoscono alla partenza. Riconosci i vincenti e i brocchi.Chi avrebbe puntato su di me?"
Fat Moe:"Io avrei puntato tutto su di te."
Noodles:E avresti perso.

Offline Suicide Is Painless

  • Veterano
  • ***
  • Post: 2061
  • Sesso: Maschio
  • Le donne non voglion mai passare per puttane,prima
Re:Re:Fabrizio Marchi : Medicina di genere .
« Risposta #32 il: Marzo 19, 2014, 18:36:04 pm »
Secondo il mio punto di vista personale per quanto concerne i rapporti tra noi ed il movimento degli Uomini Beta è necessario anzi direi quasi vitale , se vogliamo che la nostra causa comune possa avere qualche possibilità di successo ,  avere un approccio prettamente pragmatico sulla questione che è stata posta .   
E' possibile che tra noi e loro possa instaurarsi una “entente” , un'alleanza strategica e realistica tra uomini leali esclusivamente sui temi che ad ambedue i gruppi stanno più a cuore come il contrasto alle quote rosa , la riforma del diritto di famiglia e del sistema delle separazioni e del divorzio , l'opposizione al gender femminismo che vuole distruggere la virilità e le differenze naturali tra gli uomini e le donne, la lotta per l'abrogazione referendaria dei provvedimenti legislativi femministi incostituzionali volti a sottomettere gli uomini come la Convezione di Istanbul , la criminalizzazione indiscriminata degli uomini e del maschile , l'abolizione della festa del papà , la false accuse nei Tribunali , la drammatica situazione in cui attualmente versano centinaia di migliaia di papà separati , la violenza femminile nei confronti dei soggetti fisicamente più deboli come bambini ed anziani , l'infanticidio e via discorrendo .
Mi sembra che sia possibile ed auspicabile tra di noi un'intesa strumentale al perseguimento dei nostri comuni obiettivi , naturalmente sorvegliata con un occhio d'aquila ed un dito sul grilletto .
Per quanto riguarda la diverse posizioni e sensibilità faccio presente , in tutta onestà , che la stragrande maggioranza degli uomini di sinistra , del PD , di Rifondazione Comunista , di SEL etc. sono asserviti completamente al femminismo  , essi stanno facendo tutto quanto è in loro potere per neutralizzare ogni possibile istanza di giustizia mossa dagli uomini e sopprimere ogni movimento che possa in qualche modo essere volto al risanamento maschile, inoltre essi stanno cercando di rendere impossibile la lotta al femminismo .
Tuttavia aggiungo che ci sono delle eccezioni tanto più mirabili e qui in questa sede colgo l'occasione per esprimere delle considerazioni scevre da pregiudizi politici ed ideologici antiquati e stupidi che con i loro paraocchi impedirebbero di avere una visuale completa a 360° , è il caso quindi di dare pane al pane e vino al vino .
Ho sempre stimato sia il signor Fabrizio Marchi che il signor Mauro Recher , pur essendo distanti da loro sotto molti punti di vista , perché essi hanno avuto il coraggio di essere prima di tutto uomini e poi degli appartenenti ad una determinata area politica .
Fabrizio Marchi è un eccezione a sinistra in quanto mi sembra che non si sia mai affannato ad ottenere il placet da parte delle femministe , ma ha maturato dentro di sé innanzitutto un sentimento di responsabilità e di riscatto nei confronti degli Uomini ed in tal senso si è dimostrato un uomo pronto ad avviare tutta una serie di iniziative condivisibili  affinché gli uomini potessero ottenere giustizia .
Uomini come come Paolo Barnard , Fabrizio Marchi e Mauro Recher hanno sempre rappresentato una spina al fianco di tutti quegli omuncoli di sinistra venduti apoditticamente al politically correct femminista e plutocratico ai quali non importa un fico secco della situazione in cui si versano gli uomini e la cui unica aspirazione di vita possibile pare sia quella di scodinzolare al guinzaglio delle padrone femministe , al contrario , il “caso Barnard” sta a dimostrare che essi , comportandosi da veri uomini , non si sono mai curati di rinnegare le proprie idee pur di lavorare , ad esempio , in  trasmissioni televisive dominate dal femminismo .
A mio modo di vedere uomini come il signor Paolo Barnard , il signor  Fabrizio Marchi ed il signor Mauro Recher rappresentano delle eccezioni a sinistra e si sono conquistati per meriti sul campo con il loro pensiero e con la loro azione il diritto ad essere annoverati tra quegli uomini che verranno ricordati ai posteri per aver fornito un contributo decisivo all'antifemminismo italiano ed al riscatto economico ma soprattutto morale e spirituale degli uomini !

Quoto.
Neil McCauley/Robert DE Niro [ultime parole]:- "Visto che non ci torno in prigione?"
Vincent Hanna/Al Pacino :-"Già."
Noodles:"I vincenti si riconoscono alla partenza. Riconosci i vincenti e i brocchi.Chi avrebbe puntato su di me?"
Fat Moe:"Io avrei puntato tutto su di te."
Noodles:E avresti perso.

Offline ilmarmocchio

  • WikiQM
  • Pietra miliare della QM
  • ***
  • Post: 10666
  • Sesso: Maschio
Re:Re:Fabrizio Marchi : Medicina di genere .
« Risposta #33 il: Marzo 19, 2014, 18:41:53 pm »
Può darsi è solo che poi non è tanto agevole non essere "additati" o soltanto "allusi" come forum interamente di estrema destra fanatica e intollerante, illiberante e compagnia bella (e questo a mio parere questo forum non lo è, o almeno non ancora), se poi prendessero troppo piede magari chi o più appena sente che qualcuno anche solo timidamente o più esibitamente dichiara di avere idee o essere simpatizzante di sinistra o qualche concetto più "liberale" visto che parlavi in precedente post di destra liberale che purtroppo in Italia è sempre stata emarginata ed egemonizzata da quell'altra, e viene apostrofato con appellativi del tipo sporco verme rosso bastardo ti deve essere raddrizzata la schiena a calci, cloaca comunista di merda ecc. o  simili assurdità del genere....Su Uomini Beta non mi pare che ci sia un apologia dello stalinismo o una sentinella continua di isterico antifascismo militante, altrimenti appunto, potrebbero benissimo essere/venire "additati/allusi" loro di questo opposto...

Noi qui facciamo parlare tutti, ma questo non significa essere di nazistoidi.
Sull'assenza  delle apologie di stalinismo  su U.B. non sarei così sicuro.
Ma non è questo il punto.
Noi vogliamo dare spazio al malessere maschile, da qualunque parte esso provenga
Questo è il nostro programma, che ammetto essere ambizioso.
Poi, dalla materia informe che , per forza di cose è un forum, qualche perla spunterà.
nel blog , invece, cerchiamo di essere più strutturati e formali.
ma la fase di ascolto è necessaria, è il vivaio.
Questo progetto mi pare incompatibili con censure aprioristiche.
Già gli uomini sono censurati dal femminismo.
Se ci mettiamo anche noi ad oscurare , addio.
Non credo neanche nella necessità di costituire associazioni o simili.
la verità è che va ricostituita una cultura, una identità maschile.
Allora si che la guerra sarà vinta

Offline ilmarmocchio

  • WikiQM
  • Pietra miliare della QM
  • ***
  • Post: 10666
  • Sesso: Maschio
Re:Re:Fabrizio Marchi : Medicina di genere .
« Risposta #34 il: Marzo 19, 2014, 18:42:44 pm »
Quoto.

anche a te rispondo : con le premesse di cui sopra, ti pare possibile ?

Offline Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 9378
  • Sesso: Maschio
Re:Re:Fabrizio Marchi : Medicina di genere .
« Risposta #35 il: Marzo 19, 2014, 19:36:38 pm »
Citazione
Noi riteniamo che la QM e il Momas in tanti anni non abbiano fatto significativi passi in avanti proprio perché culturalmente, concettualmente e politicamente collocati in un’area che per semplificare potremmo definire tra il conservatore e il tradizionalista, con alcune venature apertamente di (estrema) “destra” che non possono che confinare il Momas stesso in un angusto recinto ideologico e culturale. M

Trovo queste affermazioni molto discutibili.
Secondo me l' area in cui sarebbe collocata la q.m. non ha niente a che fare col fatto che certe tematiche non abbiano fatto presa sulla popolazione, per il semplice motivo che tolti i pochi che se ne occupano su forum e blog (uomini beta compreso, giacché pure lì a scrivere son sempre i soliti quattro gatti), alla massa non importa una cippa della questione maschile. Non è una problematica sentita, ragion per cui hai voglia a filosoffeggiare, a fare a gara a chi è più intelligente e a chi lo ha più lungo...

Citazione
Geni o pazzi? O solo uomini evoluti e consapevoli che sono stati in grado di elaborare una originale (rispetto a ciò che c’era prima) interpretazione della QM e di proporla pubblicamente (senza nascondersi dietro a nickname) non solo sulla rete ma nella vita reale? Fate vobis, per noi non fa differenza.

Non conosco neppure te, ma so che sei un giornalista nonché inviato all' estero, ex appartenente a Lotta Continua, che più volte ha partecipato a delle trasmissione televisive in alcune tv private della regione Lazio. Questo significa che hai delle conoscenze (buon per te), delle amicizie (relativamente) "importanti", appoggi di vario genere. Ragion per cui per te è molto più semplice esporti. Per esempio, ad un uomo come me, che non ha appoggi politici di nessun tipo ed è un autentico signor nessuno, non porta alcun vantaggio firmarsi col proprio nome e cognome (Andrea Moretti), anzi potrei pure avere dei problemi di vario genere.


Citazione
5)   Mi pare che ci sia una certa tendenza ad etichettare (Marchi è un marxista, Della Vecchia è un anarchico) da parte di alcuni di voi. A parte il fatto che in tutti questi anni ci siamo “contaminati”, non solo con Della Vecchia ma con diversi altri amici, alcuni dei quali provengono da altre aree culturali (penso ad alcuni amici di area cattolica ad esempio che intervengono sistematicamente sul nostro sito e danno un contributo preziosissimo alla discussione), mi sembra (ma non mi stupisce) che sia decisamente un po’ grossolano il modo in cui il sottoscritto viene etichettato come “marxista”. Non che la cosa mi scandalizzi, sia chiaro, ma è evidente a chi ha (o meglio, opta per avere) un minimo di occhi per leggere e di orecchie per sentire che le posizioni filosofiche e politiche del sottoscritto sono estremamente più complesse di quella che è una evidente semplificazione (e dico poco…).
Ciò detto, se si preferiscono le semplificazioni fate pure. Ciascuno è libero di semplificare come meglio crede. Che nessuno però se la prenda se qualcuno (non io) vi definisce come un manipolo di reazionari e nazifascisti…(non penso peraltro che in molti qui se la prendano più di tanto…). Se tanto mi da tanto, semplificazione per semplificazione e se la logica è quella dell’affibbiare un’etichetta, a ciascuno il suo. A Roma diremmo “a chi tocca nun s’engrugna…”

Ciò che si è stati non si cancella mai del tutto, perciò asserire che Marchi è un marxista o che Della Vecchia è un anarchico è la pure e semplice (magari "semplicistica"...) verità.
« Ultima modifica: Marzo 19, 2014, 19:48:18 pm da Frank »
«Se potessimo vivere senza donne, faremmo volentieri a meno di questa seccatura, ma dato che la natura ha voluto che non potessimo vivere in pace con loro, né vivere senza di loro, bisogna guardare alla conservazione della specie piuttosto che ricercare piaceri effimeri.»
Augusto, 18 a.C.

Offline COSMOS1

  • Amministratore
  • Storico
  • ******
  • Post: 7622
  • Sesso: Maschio
  • Cosimo Tomaselli - Venezia
Re:Re:Fabrizio Marchi : Medicina di genere .
« Risposta #36 il: Marzo 19, 2014, 19:53:57 pm »
@Fabrizio Marchi

a fabri' non nascondiamoci dietro un dito: la nostra linea (forum- ex U3000) è sempre stata quella "vivi e lascia vivere" per cui non abbiamo mai seguito nessuno delle centinaia che sono passati dal forum e dopo hanno avviato altre esperienze per andare a fargli le pulci.
Al contrario, posso dirlo senza falsa modestia, abbiamo sempre valorizzato le esperienze altrui quando avevano qualcosa di positivo. Anche quelle di UominiBeta, appunto.
La domanda di qualcuno era: perchè qui si valorizzano le iniziative di UB e di là non si valorizzano le nostre?
Ora: puoi prenderla come vuoi, ma mi sembra evidente che se voi non date spazio alle nostre iniziative, l'unica possibile spiegazione è che abbiate paura del confronto. Infatti la lettura del Marmocchio è limitata, perchè non è possibile, è ridicolo affermare che tutto quello che facciamo e diciamo sia di destra. È  ridicolo considerando che tra noi ci sono e ci sono stati molti di sinistra. Per cui, anche ammesso che ci siano anche espressioni di destra (cosa che a noi fa piacere perchè crediamo che la QM non sia di parte, e in questo siamo diversi da te, OK) ci sono anche espressioni di sinistra. Ma voi non valorizzate mai nè le une (comprensibile) nè le altre (incomprensibile se fosse solo una questione di schieramento).
La difficoltà di confronto tra noi è voi non è che voi siete di sinistra e noi di destra (è ovviamente diffamatorio dire che noi siamo di destra) ma che voi fate della QM una questione di parte, noi no. Per noi la QM è una questione umana, nè di destra nè di sinistra.
Perciò la difficoltà viene dalla vostra parte, perchè noi rifiutiamo di prendere partito quindi non possiamo aver difficoltà a confrontarci con chi è di sinistra. Voi invece vi siete schierati a sinistra (lasciamo perdere la classificazione marxista, diciamo genericamente a sinistra) per cui avete difficoltà a confrontarvi con la destra.
Ovviamente è logico che coloro che tra noi sono schierati a destra abbiano le vostre stesse speculari difficoltà, ma non il forum in quanto forum.
E questa crediamo che sia la nostra forza e spieghi il fatto che abbiamo molto più seguito e capacità di penetrazione di voi.

Poi ovviamente siamo ben felici che voi facciate la vostra parte a sinistra, tutto questo discorso serve solo a spiegare la ragione per cui l'attenzione è monodirezionale: noi valorizziamo le vostre prese di posizione e non viceversa.
Ma questo è, appunto, una delle caratteristiche del nostro forum. Qui puoi avere una idea generale e non partigiana della QM nel suo complesso, visione che non puoi trovare in nessun altro sito in Italia. E ne siamo fieri.


@IlMarmocchio: ovviamente so bene che tu non hai mai detto che il forum è di destra, ci siamo confrontati all'infinito su questo. Ma la tua spiegazione del loro disinteresse nei nostri confronti era basata su questa spiegazione. Ho solo voluto dire che è una spiegazione che non spiega, come dico sopra.
Perchè di fatto tutti gli interventi sopra dimostrano una grande unità di prospettiva. Forse dobbiamo solo affinare un po' l'analisi  :cool:
Dio cè
MA NON SEI TU
Rilassati

Offline ilmarmocchio

  • WikiQM
  • Pietra miliare della QM
  • ***
  • Post: 10666
  • Sesso: Maschio
Re:Re:Fabrizio Marchi : Medicina di genere .
« Risposta #37 il: Marzo 19, 2014, 20:27:10 pm »
Trovo queste affermazioni molto discutibili.
Secondo me l' area in cui sarebbe collocata la q.m. non ha niente a che fare col fatto che certe tematiche non abbiano fatto presa sulla popolazione, per il semplice motivo che tolti i pochi che se ne occupano su forum e blog (uomini beta compreso, giacché pure lì a scrivere son sempre i soliti quattro gatti), alla massa non importa una cippa della questione maschile. Non è una problematica sentita, ragion per cui hai voglia a filosoffeggiare, a fare a gara a chi è più intelligente e a chi lo ha più lungo...

Non conosco neppure te, ma so che sei un giornalista nonché inviato all' estero, ex appartenente a Lotta Continua, che più volte ha partecipato a delle trasmissione televisive in alcune tv private della regione Lazio. Questo significa che hai delle conoscenze (buon per te), delle amicizie (relativamente) "importanti", appoggi di vario genere. Ragion per cui per te è molto più semplice esporti. Per esempio, ad un uomo come me, che non ha appoggi politici di nessun tipo ed è un autentico signor nessuno, non porta alcun vantaggio firmarsi col proprio nome e cognome (Andrea Moretti), anzi potrei pure avere dei problemi di vario genere.


Ciò che si è stati non si cancella mai del tutto, perciò asserire che Marchi è un marxista o che Della Vecchia è un anarchico è la pure e semplice (magari "semplicistica"...) verità.

quoto quello che scrivi e aggiungo che , nonostante il nick recente, mi pare che tu sia al corrente di molte cose :)
« Ultima modifica: Marzo 19, 2014, 20:45:15 pm da ilmarmocchio »

Offline ilmarmocchio

  • WikiQM
  • Pietra miliare della QM
  • ***
  • Post: 10666
  • Sesso: Maschio
Re:Re:Fabrizio Marchi : Medicina di genere .
« Risposta #38 il: Marzo 19, 2014, 20:44:21 pm »
Citazione
  Cosmos  :@IlMarmocchio: ovviamente so bene che tu non hai mai detto che il forum è di destra, ci siamo confrontati all'infinito su questo. Ma la tua spiegazione del loro disinteresse nei nostri confronti era basata su questa spiegazione. Ho solo voluto dire che è una spiegazione che non spiega, come dico sopra.
Perchè di fatto tutti gli interventi sopra dimostrano una grande unità di prospettiva. Forse dobbiamo solo affinare un po' l'analisi  :cool:
Modifica post
:
 
Vediamo, forse mi sono spiegato male :
Ovviamente  non ritengo questo sito di destra . Non ho preclusioni verso la destra, nè verso la sinistra : semplicemente non mi interessano.
Ritengo la suddivisione destra/ irrilevante.
Parliamoci chiaro : UB non ha disinteresse verso di noi, bensì ostilità .
Non dico di tutti gli appartenenti a quel movimento, ma della sua dirigenza, si.
E' indiscutibile.
E il motivo che viene addotto è il nostro essere di destra, se non peggio.
E' stato anche detto piuttosto chiaramente. da parte loro, NON da me .
Ovviamente, tale spiegazione può essere pretestuosa, ma tant'è, sto a ciò che è stato detto.
E' anche naturale pensare che questa " accusa " celi un timore del confronto.
Nel mio primo post , ho avanzato anche l'ipotesi che ci possano essere contrasti personali ( non verso di me ) di vecchia data.
Non ho prove certe , per cui la considero una ipotesi .
ma questo non è importante.
Ritengo invece fondamentale non far scivolare la q.m. nella irrilevante ( lo sottolineo ) querelle destra/sinistra.
personalmente , ritengo tale eventualità una sciagura, in quanto fattore di allontanamento e di perdita di interesse da parte di molti potenzialmente interessati alle nostre tematiche.
Proprio per questo apprezzo e sostengo l'attività di questionemaschile.org :
per essere libera rispetto a gabbie ideologiche/partitiche.
la q.m. deve crescere, deve far numero, massa critica .
le barriere ideologiche sono legittime, ma controproducenti.
la q.m. viene " percepita " da molte più persone di quanto noi immaginiamo, ma il rischio è di respingerli

Citazione
Cosmos : Ma questo è, appunto, una delle caratteristiche del nostro forum. Qui puoi avere una idea generale e non partigiana della QM nel suo complesso, visione che non puoi trovare in nessun altro sito in Italia. E ne siamo fieri.

esattamente questo è il principio da seguire
« Ultima modifica: Marzo 19, 2014, 20:57:47 pm da ilmarmocchio »

Online Massimo

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 5727
Re:Re:Fabrizio Marchi : Medicina di genere .
« Risposta #39 il: Marzo 19, 2014, 21:17:54 pm »
Dedicato Fabrizio Marchi, Marmocchio, Cosmos e Stendardo:

Ricordo a tutti la massima del generale prussiano Von Moltke: "Marciare separati. Colpire uniti". Ognuno parte da premesse
diverse e ha esperienze politiche diverse? Benissimo: è una ricchezza, non una debolezza o una divisione. L'obiettivo da colpire
è l'ideologia femminista. Se tale ideologia prenderà colpi sia a destra che da sinistra se ne affretterà la fine. Se invece i colpi
arrivano da una sola parte (da destra) tale nefasta ideologia sopravviverà più a lungo. E non credo che questo piaccia, neppure
a destra e neppure a uomini di destra. Quindi ben vengano uomini di sinistra che combattono il femminismo. E ce ne fossero di
più, magari. Sono da considerare compagni di lotta. E se qualcuno preferisce definirli camerati, lo faccia pure.

Offline Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 9378
  • Sesso: Maschio
Re:Re:Fabrizio Marchi : Medicina di genere .
« Risposta #40 il: Marzo 19, 2014, 21:25:07 pm »
Vediamo, forse mi sono spiegato male :
Ovviamente  non ritengo questo sito di destra . Non ho preclusioni verso la destra, nè verso la sinistra : semplicemente non mi interessano.
Ritengo la suddivisione destra/ irrilevante.

Pure io.


Citazione
Parliamoci chiaro : UB non ha disinteresse verso di noi, bensì ostilità .
Non dico di tutti gli appartenenti a quel movimento, ma della sua dirigenza, si.
E' indiscutibile.

E il motivo che viene addotto è il nostro essere di destra, se non peggio.
E' stato anche detto piuttosto chiaramente. da parte loro, NON da me .

Ho letto solo una parte di ciò che è scritto su uomini beta, ma quanto evidenzi è vero.
Lo stesso fondatore ha più volte ironizzato nei riguardi di "certi forum di destra", evidenziando una chiara ostilità mista a presunzione, che peraltro è tipica di chi politicamente proviene da sinistra, essendo gli stessi militanti fermamente convinti della loro "superiorità morale" nei confronti degli "sporchi fascisti" che ancora oggi ammorberebbero la società.
«Se potessimo vivere senza donne, faremmo volentieri a meno di questa seccatura, ma dato che la natura ha voluto che non potessimo vivere in pace con loro, né vivere senza di loro, bisogna guardare alla conservazione della specie piuttosto che ricercare piaceri effimeri.»
Augusto, 18 a.C.

Offline Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 9378
  • Sesso: Maschio
Re:Re:Fabrizio Marchi : Medicina di genere .
« Risposta #41 il: Marzo 19, 2014, 21:59:14 pm »
Quindi ben vengano uomini di sinistra che combattono il femminismo. E ce ne fossero di
più, magari. Sono da considerare compagni di lotta. E se qualcuno preferisce definirli camerati, lo faccia pure.

Certo, son pienamente d' accordo con te, però il problema è che per il Marchi gli uomini di destra non son compagni di lotta: a meno che non lo compiacciano, come fanno alcuni nel suo blog (Della Vecchia compreso), che a mio avviso ne subiscono la personalità.
Al contrario lui si guarda bene dal compiacere chicchessia.
«Se potessimo vivere senza donne, faremmo volentieri a meno di questa seccatura, ma dato che la natura ha voluto che non potessimo vivere in pace con loro, né vivere senza di loro, bisogna guardare alla conservazione della specie piuttosto che ricercare piaceri effimeri.»
Augusto, 18 a.C.

Offline ilmarmocchio

  • WikiQM
  • Pietra miliare della QM
  • ***
  • Post: 10666
  • Sesso: Maschio
Re:Re:Fabrizio Marchi : Medicina di genere .
« Risposta #42 il: Marzo 19, 2014, 22:45:22 pm »
Dedicato Fabrizio Marchi, Marmocchio, Cosmos e Stendardo:

Ricordo a tutti la massima del generale prussiano Von Moltke: "Marciare separati. Colpire uniti". Ognuno parte da premesse
diverse e ha esperienze politiche diverse? Benissimo: è una ricchezza, non una debolezza o una divisione. L'obiettivo da colpire
è l'ideologia femminista. Se tale ideologia prenderà colpi sia a destra che da sinistra se ne affretterà la fine. Se invece i colpi
arrivano da una sola parte (da destra) tale nefasta ideologia sopravviverà più a lungo. E non credo che questo piaccia, neppure
a destra e neppure a uomini di destra. Quindi ben vengano uomini di sinistra che combattono il femminismo. E ce ne fossero di
più, magari. Sono da considerare compagni di lotta. E se qualcuno preferisce definirli camerati, lo faccia pure.

Ottima la citazione di Von Moltke , ma inapplicabile al nostro caso.
Il perchè emerge chiaramente da questo thread.
Non è questione di destra e sinistra, che io reputo irrilevanti.
E' questione che una parte si sente superiore all'altra e quindi ritiene di non voler aver nulla a che fare con l'altra.
Quindi , il motto di Von Moltke diventa :
marciare separati. colpire separati.
L'efficacia dimunuisce ?
Ovvio, ma come detto , se noi mettiamo il link di UB e loro non mettono il nostro, ciò significa che loro hanno qualcosa contro di noi.
perchè ?
Se leggi i posts precedenti , la cosa è facilmente comprensibile ed è anche confermata dagli interventi del loro esponente.
Noi non abbiamo preclusioni ideologiche  e io, mi ripeto ma credo sia necessario , considero la questione destra/sinistra irrilevante.
Il forum evidentemente non è di destra, come non è di sinistra.
Però, il suddetto esponente  di U.B. scrive che :

Citazione
Che nessuno però se la prenda se qualcuno (non io) vi definisce come un manipolo di reazionari e nazifascisti…(non penso peraltro che in molti qui se la prendano più di tanto…).

cosa ne pensi ?
Che ci sia voglia di colpire uniti ?
Con quello stile velato, allusivo  ?
perchè non mettere il nostro link ?
Io, nel mio primo post  di risposta, avevo lasciato il beneficio del dubbio.
Ora non più dubbi

Offline ilmarmocchio

  • WikiQM
  • Pietra miliare della QM
  • ***
  • Post: 10666
  • Sesso: Maschio
Re:Re:Fabrizio Marchi : Medicina di genere .
« Risposta #43 il: Marzo 19, 2014, 22:49:29 pm »
Certo, son pienamente d' accordo con te, però il problema è che per il Marchi gli uomini di destra non son compagni di lotta: a meno che non lo compiacciano, come fanno alcuni nel suo blog (Della Vecchia compreso), che a mio avviso ne subiscono la personalità.
Al contrario lui si guarda bene dal compiacere chicchessia.

credo che tu abbia centrato nel segno.
Ti dirò di più : queste storie sono un classico dell'ammuffita storia italiana.
La sinistra che si sente moralmente superiore ( il perchè è sconosciuto )
Alcuni, della parte avversa, che fanno quelli che un tempo erano detti " gli utili idioti ".
Risultato : il marchio del declino italiano, alias il cattocomunismo

Offline ilmarmocchio

  • WikiQM
  • Pietra miliare della QM
  • ***
  • Post: 10666
  • Sesso: Maschio
Re:Re:Fabrizio Marchi : Medicina di genere .
« Risposta #44 il: Marzo 19, 2014, 23:00:09 pm »
Pure io.


Ho letto solo una parte di ciò che è scritto su uomini beta, ma quanto evidenzi è vero.
Lo stesso fondatore ha più volte ironizzato nei riguardi di "certi forum di destra", evidenziando una chiara ostilità mista a presunzione, che peraltro è tipica di chi politicamente proviene da sinistra, essendo gli stessi militanti fermamente convinti della loro "superiorità morale" nei confronti degli "sporchi fascisti" che ancora oggi ammorberebbero la società.

Esattamente : In Italia abbiamo il curioso fenomeno di una cultura di sinistra che non ne ha azzeccata una, ma si ritiene moralmente superiore, o meglio, antropologicamente superiore.
Chi non si piega ai suoi dettami è invariabilmente un nazifascista.
Se pensiamo che tale sinistra ha idolatrato Stalin , le risate sono d'obbligo.
Oggi, dopo non averne azzeccata una, sono al soldo delle banche e dell'apparato burocratico/fancazzista che sta affondando l' Italia.
Ebbene, proveniendo da quella cultura, si viene qui a fare la morale e a dire che noi saremmo un manipolo di nazistoidi, dicendolo nascondendosi dietro patetici artifici retorici.
altro che paura del confronto.
E' un vero terrore