Autore Topic: Arti Marziali  (Letto 234573 volte)

Offline Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 9430
  • Sesso: Maschio
Re:Arti Marziali
« Risposta #15 il: Giugno 01, 2014, 10:20:17 am »
Questo è un altro maestro della lotta a terra che mi piace moltissimo.
Eccezionale.
«Se potessimo vivere senza donne, faremmo volentieri a meno di questa seccatura, ma dato che la natura ha voluto che non potessimo vivere in pace con loro, né vivere senza di loro, bisogna guardare alla conservazione della specie piuttosto che ricercare piaceri effimeri.»
Augusto, 18 a.C.

Offline Cavalier Serpente

  • Affezionato
  • **
  • Post: 612
  • Sesso: Maschio
Re:Arti marziali e boxe L'importanza degli sport da combattimento per gli uomini
« Risposta #16 il: Giugno 01, 2014, 10:44:02 am »


L'importanza di praticare regolarmente attivit� sportiva consiste principalmente nel fatto che il corpo e lo spirito rappresentano effettivamente un �unicum� ed in quest'ottica l'attivit� sportiva ed in particolar modo gli sport da combattimento hanno il compito fondamentale di rafforzare la volont�  ed il carattere di un uomo .


Parole santissime!
Mi chiedete se ho mai pensato al matrimonio? Mai!!
E che so' diventato matto?
E che faccio, mi metto un'estranea* dentro casa? (cit. Alberto Sordi)
*Nota personale: "NEMICA" è più consono ed adatto. "Estranea", per uno degli strani casi del destino potrebbe anche essere una brava persona.

Offline ilmarmocchio

  • WikiQM
  • Pietra miliare della QM
  • ***
  • Post: 10666
  • Sesso: Maschio
Re:Arti Marziali
« Risposta #17 il: Giugno 01, 2014, 11:00:05 am »
Sono d'accordo con quanto avete scritto, pur non avendo io praticato sport da combattimento. veramente feci, molti anni fa , qualche mese in una palestra di boxe, ma, dopo aver colpito un mio amico in un round, rimasi cosi così preoccupato di avergli fatto male che mi resi conto che non era il mio sport.
Pratico però salto della corda come esercizio aerobico e di coordinazione, tennis e/o  badminton, nuoto d'estate( 1 km  a carwl ) e yoga tutto l'anno.

p.s. @ Stendardo : non vorrei sbagliare, ma il tuo amico Animus  :D, mi pare che pratichi uno sport da combattimento :hmm:

Offline Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 9430
  • Sesso: Maschio
Re:Arti Marziali
« Risposta #18 il: Giugno 26, 2014, 01:41:18 am »
Da ragazzo era (ed è) uno dei miei preferiti.

«Se potessimo vivere senza donne, faremmo volentieri a meno di questa seccatura, ma dato che la natura ha voluto che non potessimo vivere in pace con loro, né vivere senza di loro, bisogna guardare alla conservazione della specie piuttosto che ricercare piaceri effimeri.»
Augusto, 18 a.C.

Offline Equilibrium

  • Utente
  • *
  • Post: 28
Re:Arti marziali e boxe L'importanza degli sport da combattimento per gli uomini
« Risposta #19 il: Luglio 17, 2014, 17:36:58 pm »
Nonostante il fatto che io di tempo libero a disposizione ne abbia pochissimo perché sono un classico lavoratore a tempo pieno da 40 ore settimanali , il quale dopo il conseguimento della laurea specialistica (e dopo il lavoro) sta continuando il proprio percorso di studi per motivi professionali e nonostante il fatto che io viva da solo fin dall'età di 19 anni con tutto quello che ne consegue in termini principalmente di tempo (se non cucino non mangio , se non faccio la spesa idem , se non stendo il bucato resta lì nella lavatrice etc.) , non rinuncio mai a fare attività sportiva 3 volte la settimana per 356 giorni l'anno .
In vita mia ho sempre praticato molta attività sportiva , da adolescente ho praticato il body building ed in minor misura il nuoto ed il paracadutismo (non quello sportivo ma il vincolato militare) conseguendo i relativi brevetti rilasciati dalla FIN e dall'ANPDI e corsi di difesa personale basati sulle leve (jujitsu) , attualmente pratico un mix di boxe e di corsa suddiviso nel seguente modo :
1)15 Minuti di tecniche di combattimento
(3 min. di jabs + 1 min. pausa + 3 min. di strikes veloci + 1 min. pausa + 3 min. di strikes pesanti + 1 min. di pausa + 3 min. di combinazioni a stile libero) ;
2) 45Min. di corsa all'aperto (abito praticamente sulle Alpi e qui la temperatura d'inverno può raggiungere tranquillamente anche i -8 -10 C° e sovente mi è capitato di correre anche a temperature sotto lo zero . Il vantaggio di correre sia quando c'è la neve che nella torrida estate consiste principalmente nell'indurire il corpo come una roccia ed è il miglior medicinale esistente al mondo per immunizzare il corpo dai malanni stagionali come la febbre , il raffreddore , il mal di gola etc. ed infatti io non soffro mai di questi malanni proprio per questo motivo) ;
3) 15 Min. di allungamento muscolare / stretching fondamentale per prevenire infortuni alle articolazioni e per sciogliere l'acido lattico ;
4) 15 Min. Di allenamento con i pesi (1 volta a sett. petto e deltoidi , 1 volta a sett. bicipiti e dorsali ed 1 volta a sett. addominali e tricipiti) .

L'importanza di praticare regolarmente attività sportiva consiste principalmente nel fatto che il corpo e lo spirito rappresentano effettivamente un “unicum” ed in quest'ottica l'attività sportiva ed in particolar modo gli sport da combattimento hanno il compito fondamentale di rafforzare la volontà  ed il carattere di un uomo .
Soprattutto gli sport da combattimento assicurano che gli uomini non diventino dei gobbi flaccidi e poltroni , senza spina dorsale e degenerati nel corpo e nello spirito come Fetidus o i femministi .
Le arti marziali e la boxe rendono il corpo forte e resistente , aiutano l'uomo a resistere ai colpi sia fisici che a quelli impartiti dalla vita , a sapersi difendere e nel caso si renda necessario ad avere uno spirito d'assalto per contrattaccare efficacemente .
Sono altresì fermamente convinto che se nelle scuole italiane al posto delle porcherie gender , i bambini fin dalle scuole elementari , per poi proseguire da fanciulli alle medie e da adolescenti alle  superiori praticassero almeno 1 volta al giorno ad inizio o a fine lezioni la boxe o le arti marziali , non ci sarebbero in  giro così tanti femministi ed omosessuali !
Così nel caso in cui un uomo è in giro con la propria fidanzata ed un tossico o un immigrato si avvicina per importunare la ragazza , allora tutte le lauree e le filosofie di questo mondo non avranno alcun valore ed il pugno rappresenterà la sintesi più efficace per addurre il proprio punto di vista sull'argomento !
Perché in quel caso l'affronto è stato fatto non tanto alla ragazza ma soprattutto al suo fidanzato presente con lei , così reagendo in quel modo , egli non avrà fatto una figura più brutta di quella di correre dalla Polizia o di sperare che una terza persona sopraggiunga per mettere in salvo lui e la sua ragazza !
La tragica situazione in cui noi uomini ci troviamo deriva in larga misura dal fatto che ci troviamo ad essere governati da una classe dirigente maschile pavida e senza carattere che non ha mai saputo e voluto fronteggiare la marcia volta all'instaurazione della tirannia femminista .
Bisogna essere realistici e pragmatici e rendersi finalmente conto che la forza femminista può essere vinta soltanto da una forza maschile ad essa superiore e contraria , pertanto , l'attuale determinazione femminista volta criminalizzazione della virilità e del maschile , richiede un sforzo altrettanto determinato da parte maschile per porre fine a questo scempio .
Chi pensa che il femminismo possa essere battuto passando il proprio tempo a filosofeggiare sui massimi sistemi contribuisce solamente ad ingannare se stesso e gli altri uomini , il femminismo può essere sconfitto soltanto se noi uomini troviamo dentro di noi la forza e la volontà per recuperare noi stessi e tutto ciò che abbiamo perduto .

Nell'ambito marziale piu' del 90% dei praticanti ci va per non fare arti marziali,
quasi sempre gli istruttori e maestri non fanno fare applicazioni di combattimento,
quindi vi é stato una transumanza negli SDC, diventati più divertenti e reali nel loro contesto.

Emin Botzepe é stato noto perché ti rendeva più reale lo scontro menandoti,
viene considerato grezzo, ma efficace.
Però nel Wing Tsun di Leung Ting sono stati creati miti illusori,
ma Botzepe dovrebbe essere uno che si applica al reale.
Quasi tutti gli altri sono re con gli infermi, del lineage Leung Ting.

consiglio di non fidarsi dei video in generale, a occhi non esperti sfuggono cose che nella realtà non esistono : nei video quasi sempre c'é uno che non attacca e non aggredisce realmente, per quanto sembra il contrario. Sono quasi sempre pubblicità e il mondo marziale é contaminato dal marketing.
Al mondo vi é una cronica mancanza di Equilibrio...
A chi chiedere, forse alle donne, che sulla cronicità sono specializzate....

Offline Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 9430
  • Sesso: Maschio
«Se potessimo vivere senza donne, faremmo volentieri a meno di questa seccatura, ma dato che la natura ha voluto che non potessimo vivere in pace con loro, né vivere senza di loro, bisogna guardare alla conservazione della specie piuttosto che ricercare piaceri effimeri.»
Augusto, 18 a.C.

Offline Red-

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 2724
  • Sesso: Maschio
    • Primo Forum italiano sulla Questione Maschile
Re:Arti Marziali
« Risposta #21 il: Ottobre 03, 2014, 00:08:27 am »
Fra di voi c'è qualcuno che ama le arti marziali?
Personalmente sono un appassionato di judo, disciplina che ho praticato da giovanissimo, per sei anni. In particolar modo amo la lotta a terra (Ne-waza) e i grandi specialisti del settore, come (ad esempio) il brasiliano Flavio Canto.

Una quindicina d'anni fa circa, m'ero impallinato delle arti marziali. ho studiato per un anno a mezzo Shaolin del nord col "mitico" Chang Yu Shin, (successivamente ho approfondito un pò la filosofia presso la "Jing chi shen") poi ho fatto due corsi di difesa personale (in uno l'istruttore era uno judoka) Poi una settimana di shut boxing e uno stage di tre giorni ( :P )  di WT.
Con tutto ciò non sono affatto diventato una sorta di distruttore, però ho imparato con buona certezza quanto sia importante tenersi sempre fuori da risse e guai vari :P


A quanto ne so (nun v'arrabbiate, magari non è vero), lo judo più che un'arte marziale è uno sport di combattimento, un pò come la boxe; lo Shaolin è qualcosa di particolare e forse unico nelle arti marziali, cmq ho imparato un sacco di cose. Il WT, nato da shaolin per battere shaolin, è però meno completo.
La difesa personale, poi, è ancora un'altra cosa.
"La realtà risulta spesso più stupefacente della fantasia. A patto di volerla vedere."

Offline Rossi Mario

  • Utente
  • *
  • Post: 39
Re:Arti Marziali
« Risposta #22 il: Ottobre 03, 2014, 19:58:12 pm »
Io mi sono iscritto a un corso di Krav Maga.
Per ora ho fatto la prima lezione. A breve diventerò una belva.  :lol:

Offline Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 9430
  • Sesso: Maschio
Re:Arti Marziali
« Risposta #23 il: Ottobre 05, 2014, 16:23:32 pm »
A quanto ne so (nun v'arrabbiate, magari non è vero), lo judo più che un'arte marziale è uno sport di combattimento, un pò come la boxe; lo Shaolin è qualcosa di particolare e forse unico nelle arti marziali, cmq ho imparato un sacco di cose. Il WT, nato da shaolin per battere shaolin, è però meno completo.
La difesa personale, poi, è ancora un'altra cosa.

http://www.johnd.it/judo.html

Guarda questi video:
http://www.infojudo.com/kosen-judo/

http://www.infojudo.com/tecniche-di-lotta-a-terra-del-judo-russo/

C'è stato un lungo periodo di tempo in cui i i russi spadroneggiarono in campo europeo - ed anche a livello mondiale - grazie ad alcune tecniche portate nel judo dal sambo.
Sottomettevano tutti grazie alle chiavi alle gambe, tanto che il comitato olimpico decise di vietare quel genere di applicazioni proprio per arginare i judo/samboka russi.
Lo stesso Neil Adams combatté* contro diversi russi ai massimi livelli, visto che il sambo non avrebbe mai ottenuto il riconoscimento CIO, gli atleti praticavano anche judo, per poter gareggiare alle olimpiadi.
Ebbene Adams disse che le loro tecniche erano molto poco ortodosse, per questo imprevedibili, inoltre molti atleti russi avevano una notevole preparazione nel sollevamento pesi, quindi una forza notevolissima, tanto è vero che egli ricorda che cercavano sempre di mettergli le mani sulla cintura (specialmente da sopra la schiena per poterlo sollevare, più che il classico bavero manica); ogni volta che gli toccava un russo era come una battaglia per la vita sino all'ultimo secondo di match, e come avevano un minimo appiglio si sentiva sollevare con una forza straordinaria.

@@

* Neil Adams è stato ed è un autentico maestro della lotta a terra, ed in particolar modo del Juji-gatame.
http://www.fightingfilms.com/top/fighter_profiles/world_champions/neil_adams.html

Un grande avversario di Adams, ed anch' egli esperto di lotta a terra, è stato il nostro Ezio Gamba, a mio parere il miglior judoka italiano di sempre.
« Ultima modifica: Ottobre 05, 2014, 16:39:23 pm da Frank »
«Se potessimo vivere senza donne, faremmo volentieri a meno di questa seccatura, ma dato che la natura ha voluto che non potessimo vivere in pace con loro, né vivere senza di loro, bisogna guardare alla conservazione della specie piuttosto che ricercare piaceri effimeri.»
Augusto, 18 a.C.

Offline Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 9430
  • Sesso: Maschio
Re:Arti Marziali
« Risposta #24 il: Ottobre 11, 2014, 21:53:43 pm »
Recentemente ho scoperto questi combattimenti di puro grappling, che si disputano in America, e che da amante del ne-waza (lotta a terra) apprezzo molto.

«Se potessimo vivere senza donne, faremmo volentieri a meno di questa seccatura, ma dato che la natura ha voluto che non potessimo vivere in pace con loro, né vivere senza di loro, bisogna guardare alla conservazione della specie piuttosto che ricercare piaceri effimeri.»
Augusto, 18 a.C.

Offline Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 9430
  • Sesso: Maschio
Re:Arti Marziali
« Risposta #25 il: Novembre 19, 2014, 21:20:58 pm »
Questo è un altro dei miei judoka preferiti.

«Se potessimo vivere senza donne, faremmo volentieri a meno di questa seccatura, ma dato che la natura ha voluto che non potessimo vivere in pace con loro, né vivere senza di loro, bisogna guardare alla conservazione della specie piuttosto che ricercare piaceri effimeri.»
Augusto, 18 a.C.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 18430
  • Sesso: Maschio
Re:Arti Marziali
« Risposta #26 il: Novembre 20, 2014, 01:50:33 am »
Questo kata di Yamaguchi (10° dan) è qualcosa di eccezionale:
I movimenti e la respirazione sono perfetti. Si veda al minuto 1:20-1:38 (liberazione da presa posteriore, presa per i capelli e atterramento).
Sono stato a un suo stage a Padova, e ho visto la differenza tra il karate come sport e come arte.
« Ultima modifica: Novembre 20, 2014, 02:01:44 am da Vicus »
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 9430
  • Sesso: Maschio
Re:Arti Marziali
« Risposta #27 il: Novembre 22, 2014, 13:13:13 pm »
Questo kata di Yamaguchi (10° dan) è qualcosa di eccezionale:
I movimenti e la respirazione sono perfetti. Si veda al minuto 1:20-1:38 (liberazione da presa posteriore, presa per i capelli e atterramento).
Sono stato a un suo stage a Padova, e ho visto la differenza tra il karate come sport e come arte.

Sì, i movimenti e la respirazione son perfetti.
Bello, veramente bello.
«Se potessimo vivere senza donne, faremmo volentieri a meno di questa seccatura, ma dato che la natura ha voluto che non potessimo vivere in pace con loro, né vivere senza di loro, bisogna guardare alla conservazione della specie piuttosto che ricercare piaceri effimeri.»
Augusto, 18 a.C.

Offline Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 9430
  • Sesso: Maschio
Re:Arti Marziali
« Risposta #28 il: Novembre 22, 2014, 13:19:23 pm »
A proposito della coglionaggine maschile e di come tanti nostri simili passino le giornate a preoccuparsi delle sorti dell' altro sesso, leggete questo articolo.
http://www.olimpiazzurra.com/2014/11/judo-i-campionati-georgiani-senza-le-donne/
Citazione

Judo: i Campionati Georgiani senza le donne

Già in molte occasioni abbiamo avuto modo di sottolineare come il numero di donne praticanti il judo in Georgia sia a dir poco esiguo, soprattutto se confrontato con la densità e la qualità dei judoka maschi. A dimostrazione di ciò, i recenti Campionati Georgiani, organizzati nella capitale Tbilisi, si sono svolti senza la partecipazione di rappresentanti in rosa.

Molto agguerrita, invece, la partecipazione nelle sette categorie maschili. Attesissimo dopo un Mondiale sottotono, l’ex rikishi di sumo Adam Okruashvili ha risposto presente ottenendo la medaglia d’oro nella categoria +100 kg. La categoria più combattuta, però, è stata la 73 kg, dove Nugzari Tatalashvili, argento europeo nel 2013, ha sconfitto Lasha Shavdatuashvili, campione olimpico e medagliato di bronzo agli ultimi Mondiali.

Assenti Avtandil Tchrikishvili (81 kg) e Varlam Liparteliani (90 kg), i titoli di queste due categorie sono andati rispettivamente ad Ushangi Margiani ed a Beka Gviniashvili.


Peraltro è significativo che anche in queste sedi si faccia riferimento alle "donne" ed ai "maschi".
Citazione
Già in molte occasioni abbiamo avuto modo di sottolineare come il numero di donne praticanti il judo in Georgia sia a dir poco esiguo, soprattutto se confrontato con la densità e la qualità dei judoka maschi.

Il bello è che dopo c'è chi si stupisce e si "picca" se scrivo che il maschio moderno è generalmente un irrecuperabile imbecille, mentalmente castrato.
«Se potessimo vivere senza donne, faremmo volentieri a meno di questa seccatura, ma dato che la natura ha voluto che non potessimo vivere in pace con loro, né vivere senza di loro, bisogna guardare alla conservazione della specie piuttosto che ricercare piaceri effimeri.»
Augusto, 18 a.C.

Offline Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 9430
  • Sesso: Maschio
Re:Arti Marziali
« Risposta #29 il: Dicembre 05, 2014, 20:12:03 pm »
«Se potessimo vivere senza donne, faremmo volentieri a meno di questa seccatura, ma dato che la natura ha voluto che non potessimo vivere in pace con loro, né vivere senza di loro, bisogna guardare alla conservazione della specie piuttosto che ricercare piaceri effimeri.»
Augusto, 18 a.C.