Autore Topic: Arti Marziali  (Letto 118908 volte)



Offline Alexandros

  • Utente
  • *
  • Post: 48
Re:Arti Marziali
« Risposta #1217 il: Gennaio 05, 2020, 21:10:08 pm »
Scusa la domanda, ma posso chiederti quanti anni hai ?
[/quote]

Ho trent'anni.
Tutto ciò che può essere detto si può dire chiaramente; e su ciò, di cui non si può parlare, si deve tacere.



Offline Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 8603
  • Sesso: Maschio
Re:Arti Marziali
« Risposta #1220 il: Gennaio 24, 2020, 19:00:45 pm »
https://www.oasport.it/2020/01/judo-fabio-basile-vince-nei-73-kg-al-grand-prix-tel-aviv-2020-bene-giovanni-esposito-quinto-2/

Citazione
Judo, Fabio Basile vince nei -73 kg al Grand Prix Tel Aviv 2020! Bene Giovanni Esposito quinto

Published: 24 Gennaio 2020  17:53  Updated: 18:05  Author  Giandomenico Tiseo

La seconda giornata del Grand Prix di Tel Aviv 2020 di judo è andata in archivio e, a differenza del day-1 privo di spunti per i colori azzurri, il secondo atto odierno sul tatami israeliano ha riservato qualcosa di assai gradito alla Nazionale italiana. Alla Shlomo Arena erano in programma le gare di quattro categorie di peso: -66 kg e -73 kg maschili e -57 kg e -63 kg femminili. Gli azzurri presenti erano Fabio Basile e Giovanni Esposito (- 73 kg), Antonio Esposito e Andrea Regis (-81 kg), Maria Centracchio e Nadia Simeoli (-63 kg).

Ebbene, il colpo di coda è arrivato dal campione olimpico di Rio 2016 nel -66 kg. Basile, bisognoso di punti in ottica Cinque Cerchi, ha mostrato chiari segnali di vitalità e reduce dal secondo e terzo posto ai Grand Slam ad Ekaterinburg e a Parigi l’anno passato, si è imposto, mettendo in mostra qualità tecniche notevoli. Le delusioni delle ultime apparizioni sono state messe da parte e sono arrivati i successi contro il giapponese Kento Shimizu (ippon), il belga Malik Abdul Umayev (tre shido), lo svizzero Nils Stump (ippon), lo sloveno Martin Hojak (ippon al Golden Score) e poi contro l’armeno Ferdinand Karapetian, non presentatosi per la finale. Un percorso netto per Basile che aveva necessità di questi 700 punti in ottica ranking per rientrare in un roster di atleti, al riparo da sorprese per il pass olimpico. Ottima la prova, nella medesima categoria, di Giovanni Esposito, giunto quinto e capace di spingersi fino alla finale per il terzo posto, sconfitto poi da Hojak per ippon. Il podio è stato completato dall’elvetico Stump.

Nei -81 kg maschili l’avventura dei menzionati Antonio Esposito e di Andrea Regis è terminata nelle prime battute. Regis, argento nei Mondiali militari a Wuhan (Cina) l’anno scorso, si è dovuto arrendere al primo turno al kazako Ruslan Mussayev al Golden Score (waza-ari); Esposito invece, dopo essersi imposto contro il padrone di casa Ohad Dan per ippon, è stato costretto ad alzare bandiera bianca (tre shido) contro il russo Aslan Lappinagov. Judoka dell’Est che ha messo la firma sull’intera competizione, battendo nell’atto conclusivo il greco Alexios Ntanatsidis per Ippon. Nella top-3 troviamo il georgiano Luka Maisuradze e il brasiliano Yudy Eduardo Santos.

Sul versante femminile non sono arrivate buone notizie dalle azzurre. Nei -63 kg Centracchio, vincitrice di questo Grand Prix l’anno passato, è stata eliminata al termine del primo match dalla polacca Agata Ozdoba-Blach per via di tre shido, che hanno fatto decisamente discutere. Niente da fare anche per Simeoli, sconfitta dalla francese Agathe Devitry per waza-ari. In questa categoria di peso il successo è andato all’australiana Katharina Haecker, capace di prevalere contro la canadese Catherine Beauchemin-Pinard (ippon). In terza posizione hanno concluso la ceca Renata Zachova e la tedesca Martyna Trajdos. Infine, nei -70 kg femminili, senza italiane al via, la britannica Sally Conway, bronzo nella rassegna iridata 2019, ha fatto valere il suo status contro la sudcoreana Seongyeon Kim (ippon). Sul podio hanno terminato anche la spagnola Ai Tsunoda Roustant e la canadese Kelita Zupancic.




Offline Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 8603
  • Sesso: Maschio
Re:Arti Marziali
« Risposta #1224 il: Febbraio 14, 2020, 21:04:34 pm »
Citazione
Judo, Paris Grand Slam: le donne "salvano" la Francia, sconfitto Riner
Di euronews  •  ultimo aggiornamento: 10/02/2020

E vabbe'... mai letto qualcosa di simile a situazione invertita.

https://it.euronews.com/2020/02/09/judo-paris-grand-slam-le-donne-salvano-ancora-la-francia

Citazione
Grand Slam di judo a Parigi, seconda ed ultima giornata transalpina caratterizzata dall'assegnazione di sette medaglie d'oro, due delle quali vanno alle judoka padroni di casa.

La notizia del giorno è la sconfitta del francese Teddy RiINER tra i +100 kg: il nove volte campione mondiale perde per mano del giapponese KAGEURA dopo ben 154 incontri consecutivamente vinti.


Categoria uomini -81 kg: a sbaragliare la concorrenza ci pensa il belga CASSE, giustiziere dell'uzbeko BOLTABOEV.

Bronzo per il nipponico FUJIWARA ed il canadese VALOIS-FORTIER.

Tra le donne -70 kg, su tutte una nipponica dal nome poco originale, Yoko ONO, la quale sconfigge in finale la connazionale NIIZOE.

Terzo gradino del podio per la svedese BERNHOLM e la britannica HOWELL.

Tra gli uomini -90 kg, medaglia d’oro per il naturalizzato spagnolo SHERAZADISHVILI, che sconfigge il nipponico NAGASAWA.

Terza piazza per il transalpino CLERGET ed il cubano SILVA MORALES.

Categoria uomini -100 kg: a sbaragliare la concorrenza ci pensa l'israeliano PALTCHIK, giustiziere del georgiano LIPARTELIANI.

Bronzo per il russo ADAMIAN e l'olandese KORREL.


AP
Categoria donne -78 kg: oro per la transalpina MALONGA, dopo il successo nella finalissima ai danni della connazionale POSVITE.

Terzo gradino del podio per la cubana ANTOMARCHI e la nipponica UMEKI.

Ed ancora, tra le donne +78 kg, su tutte la transalpina DICKO, la quale sconfigge in finale la bielorussa SLUTSKAYA.

Terzo gradino del podio per la lusitana NUNES e la brasiliana SOUZA.

Per chiudere, uomini +100 kg: qui vince l'olandese GROL, che sconfigge in finale il nipponico KAGEURA, argento.

Terza piazza per il cubano GRANDA ed il russo TASOEV.

Offline Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 8603
  • Sesso: Maschio
Re:Arti Marziali
« Risposta #1225 il: Febbraio 23, 2020, 18:59:01 pm »
https://it.euronews.com/2020/02/21/judo-dusseldorf-grand-slam-il-giappone-fa-man-bassa-di-medaglie

Citazione
Judo: Düsseldorf Grad Slam, nipponici sempre sugli scudi
Di euronews  •  ultimo aggiornamento: 23/02/2020 - 15:58

Grand Slam di judo a Düsseldorf, seconda giornata in terra tedesca caratterizzata ancora da un sostanziale predominio di judoka giapponesi.

Tra gli uomini -73 kg, medaglia d’oro proprio per un nipponico, Shohei ONO, che sconfigge il coreano Changrim AN.

Terza piazza per l’azero ORUJOV ed il mongolo TSEND-OCHIR.

Categoria donne -63 kg: oro per la nipponica TASHIRO, dopo il successo nella finalissima ai danni della slovena TRSTENJAK.

Terzo gradino del podio per la mongola BOLD e la cubana DEL TORO CARVAJAL.

Tra le donne -70 kg, su tutte la giapponese ARAI, la quale sconfigge in finale la belga WILLEMS.

Terzo gradino del podio per la transalpina PINOT e la tedesca SCOCCIMARRO.

Per chiudere, nella categoria uomini -81 kg, a sbaragliare la concorrenza ci pensa il georgiano GRIGALASHVILI, giustiziere del russo KHALMURZAEV.

Bronzo per lo svedese PACEK e l’olandese DE WIT.

#JudoDusseldorf Ono vs Basile
Watch the battle of Olympic champions: Shohei Ono 🇯🇵 vs Fabio Basile 🇮🇹 Name the final technique? #JudoDüsseldorf #Judo #Ippon

Publiée par IJF - International Judo Federation sur Samedi


Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 14728
  • Sesso: Maschio
Re:Arti Marziali
« Risposta #1227 il: Maggio 02, 2020, 14:53:33 pm »
Un riscatto per Scampia
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.


Offline Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 8603
  • Sesso: Maschio
Re:Arti Marziali
« Risposta #1229 il: Maggio 04, 2020, 20:47:27 pm »
Articolo del 2013

https://www.bjjheroes.com/bjj-news/should-women-compete-against-men?fbclid=IwAR3yav7psKUYzWbLU0YgbGuSyYi6hlymWBHxw1NqRXW_7NCJPv7qXkop_hc

Citazione
Le donne dovrebbero competere contro gli uomini?
BJJ HEROES

Recentemente un articolo (in portoghese) è stato pubblicato dalla versione online della rivista Tatame in cui Gabrielle Garcia ha riferito di essere stata invitata dall'organizzazione ADCC a competere nella divisione maschile. Essere ripreso da questo BJJ Heroes ha continuato a pubblicare, sulla nostra pagina Facebook , un commento in cui abbiamo condiviso le nostre opinioni contro questo tipo di "esperimento", ritenendolo dannoso per uno sport che sta cercando di orientarsi verso la professionalità.

Sebbene il commento non intendesse diminuire il genere femminile o il livello di abilità di Gabi Garcia (è chiaramente una delle migliori grapplers del mondo, oltre che un'atleta in primo piano sul nostro sito Web come profili di BJJ Heroes), in qualche modo ha generato un dibattito in cui i lettori hanno chiesto alle donne di avere il diritto di competere contro gli uomini. Commenti come questi erano una costante, principalmente dai nostri seguaci americani:


Il dibattito generato su questo e il volume di commenti che chiedono alle donne di competere in divisioni miste ci ha portato a porre la domanda ad alcuni dei nostri amici Jiu-Jitsu, professionisti dello sport, uomini e donne che competono regolarmente o allenano coloro che competono ai massimi livelli di BJJ e conoscere la realtà di questo sport come nessun altro.

Abbiamo chiesto loro se fosse una buona idea per Gabrielle Garcia competere presso l'ADCC e se esistesse un posto per divisioni miste in cui donne e uomini competessero uno contro l'altro.

Pensi che uomini e donne debbano competere l'uno contro l'altro nel Jiu-Jitsu?

Rodrigo Cavaca , (Zenith BJJ), allenatore straordinario, attuale campione del mondo:

Penso che sia una proposta non realistica mescolare uomini e donne. Uomini e donne hanno caratteristiche diverse, forza diversa, abilità diverse. Penso che questo non dovrebbe nemmeno essere discusso, a ciascuno il proprio, credo. È meglio per tutti.

Joao Gabriel Rocha , Campione del mondo (Soul Fighters), Medaglia d'argento all'ADCC:


Non penso sia una buona idea. Un uomo è molto più forte di una donna anche se Gabi Garcia Garcia è dura, è ancora una donna. Ognuno deve essere nella sua categoria, alcune cose non devono cambiare perché non c'è motivo per cambiare.

Michelle Nicolini ( Checkmat ), campionessa mondiale, campionessa ADCC, campionessa panamericana:

Non penso che le divisioni debbano essere mescolate. Penso che una donna sia una donna, a volte solo allenandoci con alcuni ragazzi più rozzi ci feriamo o facciamo male immaginiamo se si mette un trofeo per essere vinto. Se una donna vuole davvero, forse dovrebbe combattere ... Come ha fatto Hillary Williams, ha combattuto e vinto un campionato in una divisione mista credo.

Ma è complicato Ci sono troppe cose coinvolte e credo che non vorrei combattere in tali termini.

Felipe Costa (Brasa), campione del mondo e anche una figura di spicco del team Brasa:

Credo che le classi di peso esistano, tra le altre ragioni, per proteggere gli atleti, perché minore è la differenza di peso, minori sono le possibilità di "incidenti". Mescolare maschi e femmine nella stessa categoria esporrebbe le donne a un inutile rischio di lesioni. Anche se molte donne hanno un gioco davvero bello, molto bello da guardare e questo crea una curiosità di sapere come si comporterebbero contro gli uomini, credo che il valore dell'intrattenimento non dovrebbe detronizzare i rischi per la salute associati a questo.

Yuri Simões , campione del mondo, campione panamericano, campione americano:

In tutti gli sport sono separati, perché dovrebbero unirsi al jiu-jitsu? Gli uomini producono testosterone e la fibra muscolare di un uomo è sicuramente molto diversa da quella di una donna, non sto dicendo che le dimensioni e la forza sono tutto nel jiu-jitsu ma, ad esempio, nella divisione cintura nera, dove tutti gli atleti hanno un livello di tecnica simile , la forza e altri fattori contano molto.

Sono sicuro che una cintura nera da donna in Jiu-Jitsu uccide un laico sul tappeto, o anche una cintura inferiore perché credo nel potere tecnico della mia arte marziale, ma mettere una donna con un uomo dello stesso livello tecnico è un atto codardo.

Claudio Silva , combattente MMA professionista, campione europeo di BJJ:

Non penso che sarebbe bello per Jiu Jitsu perché alla fine l'uomo è più forte della donna, punto. Trovo questa idea assurda. Sarebbe la stessa cosa mettere gli adulti a combattere nella divisione bambini.


Ida Hansson ( Checkmat ), campione aperto di Rio, medaglia ADCC, campione nazionale brasiliano

Non credo assolutamente che ci dovrebbero essere divisioni miste con uomini e donne che si combattono. Almeno non in nessuna organizzazione sportiva seria.


BJJ o no-gi grappling è uno sport fisico in cui la forza e il condizionamento contano molto, questo è il motivo per cui abbiamo divisioni di peso. Uomini e donne non hanno le stesse condizioni fisiche, ormoni, composizione corporea, ecc. Che differiscono molto tra i sessi. Le donne hanno una percentuale più alta di grasso nei nostri corpi e noi non siamo forti come gli uomini.

Ai miei occhi, una lotta tra un uomo e una donna non può mai essere in condizioni uguali. Sarebbe un po 'come drogare uno dei combattenti e mantenere pulito l'altro. La tecnica ovviamente conta, ma in un torneo di livello mondiale si deve presumere che il livello tecnico sia pressoché lo stesso in entrambi i combattenti, e la forza e il cardio contano.

Per lo stesso motivo, ci sono politiche antidoping, classi di peso ed esperienza in quasi tutti gli sport. Non solo per dare alle persone pari condizioni, ma anche per prevenire lesioni.

Per me questo è lo sport, tutti stanno iniziando con le stesse condizioni e poi si tratta di dare tutto quello che hai e sfruttare il potenziale che hai e sfruttare al meglio le altre persone che fanno lo stesso. Se inizi a mescolarti con questo, si trasformerà più in un circo e uno spettacolo da baraccone, il che va bene se è quello che vuoi, ma non è più uno sport.

Ammettilo, nessun ragazzo vuole essere quello che ferisce la ragazza, ma d'altra parte, nessuno vuole essere quello che sta perdendo con lei, quindi non importa come ci pensi, sarà una perdita- perdere la situazione.
Posso solo parlare per me, ma è così che ragiono.

Tiago Alves (Barbosa JJ), campione panamericano BJJ, campione brasiliano e combattente UFC.

Non credo che mescolare i due sessi sarebbe adatto a qualsiasi scopo. Non importa chi abbini, non ha alcun senso. Le donne hanno combattuto per trovare il loro spazio negli sport, inserirle in una categoria mista significherebbe porre fine a quello spazio per il quale coraggiosamente hanno combattuto. Secondo me, tutti devono essere dove appartengono.

Chico Mendes ( Checkmat ), campione della Coppa del mondo, campione europeo di Nogi, campione nazionale brasiliano

Sono contro divisioni miste, non solo donne che combattono uomini ma anche cinture marroni che combattono cinture nere.

Le donne hanno combattuto per i loro diritti e il loro spazio nello sport Non vedo perché mescolato i due. Non dubito che alcune donne come Gabi Garcia, Michelle Nicolini e forse altre abbiano la capacità di fare del bene contro alcuni uomini, ma preferisco vedere i media dare più credito alla propria divisione.

Igor Silva ( GFTeam ), campione aperto di Rio, campione europeo, campione nazionale brasiliano

Non penso sia una buona idea. Gabi potrebbe essere un'eccezione, ha una forza incredibile ed è ben costruita, da quello che sento è anche molto devota al suo allenamento. Ma in generale, non vedo i benefici in questo.

André “Negão” Terêncio (Brasile 021), membro fondatore dell'Accademia Brasile 021

Anche se conosco alcune atlete che possono toccare alcuni atleti di sesso maschile esperti nelle loro palestre, e anche se credo sinceramente nei benefici del Jiu-jitsu per tutti, in particolare le donne, penso che uomini e donne abbiano punti di forza diversi, io ' m contro due persone con tecniche simili che combattono, poiché la forza e l'atletismo diventano un fattore troppo importante. Alla fine, solo gli uomini avrebbero il vantaggio. Sarebbe lo stesso che terminare le categorie di peso, lo capisco nelle categorie dei bambini, ma con il tempo gli uomini si sviluppano in modo diverso. In sintesi, mescolare i sessi sarebbe un passo indietro nello sport.

Shanti Abelha, veterano dell'ADCC, campione europeo, campione del mondo BJJ

Chiunque pensi che le donne debbano competere contro gli uomini nelle competizioni di alto livello chiaramente non si allena o compete a quel livello.

Ho combattuto uomini in competizioni minori, in alcune delle cinture inferiori quando non c'erano abbastanza donne, o nessuna, nella mia divisione. Ne ho perse alcune e ne ho vinte alcune in quelle situazioni, e questo andava bene, l'ho fatto per divertimento e per avere più esperienza in gara.

Ma non mi sarei mai allenato duramente e seriamente fino a una delle grandi competizioni per combattere gli uomini! Mi alleno e combatto per vincere. Sì, BJJ è l'arte delicata, ma chiunque abbia solo un po 'di senso logico può vedere che se prendi due persone con un livello simile in BJJ (o qualsiasi altra arte marziale) e che pesano lo stesso, allora all'improvviso forza diventa un grande fattore. E le donne sono costruite in modo diverso, abbiamo una percentuale di grasso maggiore con lo stesso peso (anche a dieta) e non siamo così forti.

Quindi, fondamentalmente, la forza sarebbe il fattore determinante, e noi donne potremmo "fare bene" contro i ragazzi di alto livello, ma non saremmo in cima al podio al Mondiale o in un altro grande torneo. E senza possibilità di vincere, chi vuole allenarsi così duramente?


Citazione
16 COMMENTI
RICHARD
28 ottobre 2013 alle 20:18
Andrò contro la sua autostrada 169 non ho problemi a competere con lei nell'ADcc

rispondere
DON MORRIS
7 settembre 2016 alle 00:31
Le donne non dovrebbero mai competere contro gli uomini in BJJ. Alcuni potrebbero fare abbastanza bene, ma c'è semplicemente troppo potere in un uomo rispetto alle donne. Non è proprio giusto per loro, nonostante i pochi che possano fare bene. Non dovrebbe sembrare un insulto che le donne siano generalmente molto più deboli degli uomini. Il potere di una donna femminile è unico e molto forte. Voglio vedere le donne felici con se stesse. Hanno le proprie responsabilità nella vita e l'ultima cosa di cui hanno bisogno è la nuova responsabilità di competere fisicamente con gli uomini.

rispondere
ORTEGA
29 ottobre 2013 alle 4:39
Immagino che se una donna è davvero brava e forte, e batte le altre donne facilmente, e vuole davvero competere nella divisione maschile, perché no.
Sento che è un po 'simile ai ragazzi più leggeri che scelgono di combattere con i pesi massimi e che hanno il permesso di farlo. come Lucas Leite.

tuttavia, questa intera discussione sulle divisioni miste non ha senso.

Gabi Garcia ovviamente ha preso qualcosa per diventare grande come è diventata, e non ha preso solo un po '.
È così ovvio e ancora molte persone scelgono di trattarlo come il grande elefante nella stanza.
Dal momento che non c'erano regole ovvie al riguardo nella comunità jiu jitsu e molti combattenti prendono integratori vietati, non possiamo chiamarlo barare.

Comunque con lei è diventato un po 'fuori controllo.
È sproporzionatamente più grande e più forte di tutte le donne in competizione. Credo sia una cosa positiva che lo sceicco le abbia chiesto di competere nella divisione maschile, questo manda un buon segnale.

L'unico modo in cui le donne batteranno Garcia in questo momento è prendere quante più sostanze proibite possibili e cercare di diventare sempre più forti.
Questo dovrebbe essere quello che vogliamo per le donne in competizione?

O vorremmo che le femmine rimanessero femmine e competessero con altre femmine.

rispondere
STEFANIA
29 ottobre 2013 alle 9:00
No. E non perché BJJ non lavora per le donne, o perché non credo che una donna non possa battere un uomo, ma quando devi competere con abilità uguali al di fuori entrano in gioco fattori come la forza.

Non sono Gabbi Garcia, ma sono abbastanza grande per una donna. Sono 5'9 / 140 sterline e ho diversi compagni di squadra maschi che sono circa le mie dimensioni e il differenziale di forza è ridicolo.

rispondere
JONES MARSUPIALI
29 ottobre 2013 alle 9:35
Apprezzo molto questa discussione. Penso sempre a queste cose, sono ossessionato dalla questione del genere in bjj (tipo di!) E questi commenti mi aiutano davvero a capire le mie reazioni e il ruolo del genere, della forza ecc. Nello sport a tutti i livelli. Prospettive molto interessanti, ragionevoli e penso di essere d'accordo.

rispondere
GIORGIO
31 ottobre 2013 alle 6:35
Se vuole lasciarle fare così ... Se una donna pensa che non ci siano sfide nella sua divisione, perché nota provare tra gli uomini?

rispondere
ASINA
1 novembre 2013 alle 4:43
Non ci vedo alcun problema. Se vuole competere con gli uomini, allora lascia che faccia. Personalmente penso che sarebbe meglio concentrarsi solo sulla competizione contro le donne, ma rispetto il suo interesse a fare diversamente.

rispondere
LARRY
17 novembre 2013 alle 23:51
Grazie mille per aver condiviso questo articolo. Personalmente, penso che le cose siano grandi come sono, gli uomini combattono gli uomini e le donne competono contro le donne. Non vedo alcun problema con esso, quindi rispetterei comunque la loro decisione se lo permettessero.

rispondere
WP
30 novembre 2013 alle 10:49
Perché i nomi sono stati oscurati sui commenti dell'FB in modo tale da poterli vedere? Qual era il punto?

rispondere
JIU JITSU
1 dicembre 2013 alle 9:28
Gli uomini hanno naturalmente più testosterone e densità ossea, il che si traduce in una grande differenza in termini di prestazioni.

rispondere
CALLUM
24 dicembre 2013 alle 7:06
È più ingiusto che le sia stato permesso di competere contro le donne in tutti questi anni.

rispondere
PETER
3 gennaio 2014 alle 00:04
Che ne dici di un uomo che gareggia nei tornei femminili?

Se una donna può competere contro gli uomini, allora un uomo potrebbe competere contro le donne. Questa è uguaglianza

rispondere
AILISH
12 febbraio 2014 alle 7:23
Grazie per l'info

rispondere
GABIE JACOB
14 novembre 2014 alle 8:46
post molto bello e anche ottime motivazioni!

rispondere
GAGA
8 gennaio 2015 15:56
Sono d'accordo con tutto.
Quando entrambi i concorrenti sono qualificati, la forza diventa un grande fattore.

Però…. Mi piacerebbe vedere Gabi Garcia combattere contro un uomo più piccolo. In questo modo la differenza di peso compensa il potere del maschio. Detto questo, potrebbe essere come un super combattimento in cui entrambi i concorrenti sono d'accordo. I campionati originali dovrebbero rimanere separati.

rispondere
FREESTYLE
12 ottobre 2015 alle 00:57
il genere non importa, solo le dimensioni (peso) contano. Sto facendo uno stile libero (come in qualsiasi cosa così a lungo puoi rompere il tuo avversario), quindi c'è qualcosa che mi dà fastidio quando guardo i video di BJJ su YouTube. Ho visto molte volte che un avversario che avrebbe dovuto essere "bloccato" si è alzato in piedi e naturalmente "l'armadietto" si aggrappava a quello "bloccato" a mezz'aria. La domanda è: perché non semplicemente sbatterlo a terra? sulla sua testa più preferibilmente? Vorrei, e questo finirebbe la partita in un istante. È contro la regola di BJJ? Grazie

@@

Citazione
FREESTYLE
12 ottobre 2015 alle 00:57
il genere non importa, solo le dimensioni (peso) contano.

Certo, come no.  :doh: