Violenza d genere ?

Acido

La foto che ho postato descrive meglio di mille parole la vicenda di William, deturpato con l’acido dalla sua ex fidanzata, che lui ha lasciato e che sarebbe incinta del di lui figlio.

Al di là della gravidanza su cui si aspetta il test del DNA, non si può non rimanere allibiti dalla risoluzione criminale e dalla adattabilità allo scopo ( la vendetta ), dimostrate dalla ex delusa . (altro…)

Non ho bisogno del femminismo

In effetti sarebbe ora che le vere donne si ribellassero al femminismo.
Perchè una cosa è certa: che sono loro ad averci rimesso di più.
(per gentile segnalazione di Fabio Barzagli)

Delirio “nonsignifichista” si abbatte sul Secolo XIX

Lo scrittore Marco Cubeddu, sulle pagine del Secolo XIX, ha pensato di trattare un argomento spinoso: l’esibizionismo femminile.  Il suo articolo, nonostante lo sforzo di non apparire troppo politicamente scorretto, contiene un’idea di fondo lontana da quello che la maggior parte delle donne avrebbero voluto sentirsi dire; il risultato quindi è immaginabile: un tam tam di commenti inferociti e articoli seccati di risposta in moltissimi siti. Tantissimi lettori, e soprattutto lettrici, hanno sfogato davanti alla tastiera la propria aggressività repressa. (altro…)

libro sulla QM

ErminiQuesto è l’abstract di presentazione del mio libro, LA QUESTIONE MASCHILE OGGI, reperibile qui in versione elettronica, scaricabile e stampabile: http://www.ilcovile.it/raccolte/Armando_Ermini_Questione_maschile_oggi.pdf

Prevedo anche di farne stampare delle copie in formato libro, a pagamento seppur moderato. Chi lo desiderasse può prenotarne una copia.

Armando Ermini (altro…)

L’involuzione del maschio (1): lo zerbino

cagnoliniQuesta settimana faremo la conoscenza con un esemplare di maschio involuto, il cosiddetto maschio  zerbino .

Questa tipologia, tra le più malinconiche, esprime compiutamente il dramma della condizione maschile nel mondo occidentale odierno. (altro…)

La metamorfosi borghese del femminismo

images

Sembra ormai evidente che il femminismo, almeno nella sua versione vetero-sessantottina, non susciti più neppure l’interesse della gente; non è anzi raro sentire prese di distanza del tipo: “Non sono femminista”.
Il messaggio femminista però, oggi rifiutato a livello razionale come folclore di un’ex-modernità che non vuol passare, sceglie altre vie dove il senso critico è meno vigile: l’uomo, il maschio, è una figura simbolica (laddove la femmina è in primis biologica), in altre parole il maschio può sussistere ed è credibile solo come essere radicato in un sacrum, in una metafisica.
Il ruolo femminile è ancorato al dato biologico, mentre quello maschile a quello cosmologico, alle leggi, ai riti, alla trasmissione di una tradizione―vale a dire di un’intelligibilità del mondo―e all’agire in esso. (altro…)

La ricetta della Miriano: sussidi statali alla “sottomissione”

banda-bassotti_c

Recentemente la nostra Costanza è tornata a perorare la causa dei sussidi statali alle famiglie (anzi: alla donna), ormai ridotte a specie protetta.
Ammettiamolo: anche senza incentivi, per come funziona l’economia oggi i figli si fanno in tre, col contributo di una coppia e di un ‘terzo comodo’ che non può permettersi una famiglia, ma lavora per mantenere la coppia in questione. Un assegno di mantenimento, obbligatorio per tutti.
La famiglia di cui parla Costanza è quella di pochi privilegiati, ai quali essenzialmente si rivolge. Da novella sceriffa di Nottingham li vezzeggia (anche in vista di candidature politiche?) con proposte di ulteriore drenaggio di denaro in loro favore, da un paese impoverito. (altro…)

Matrimoni gay?

coppie omoLa settimana scorsa, la Corte Suprema degli Stati Uniti ha stabilito che i matrimoni gay contratti negli stati americani in cui sono permessi, per il governo federale hanno valore in tutti gli stati americani, anche in quelli in cui non sono previsti dalla legge.

Una vittoria bella e “rotonda” per i sostenitori dei “diritti gay”.

Mi preme, su questo tema,  ricordare soltanto tre vecchie, ma sempre valide considerazioni personali di carattere psico-etimologico. (altro…)

Femminismo e totalitarismo

big brotherEccoci alla terza parte della trilogia su femminismo e autoritarismo. Abbiamo visto come il femminismo sia collegato al cospirazionismo e al dogmatismo.

Possiamo quindi non stupirci nel collegare il femminismo al totalitarismo

Non a caso ho postato una foto che si rifà al Grande Fratello di Orwell.

Quel romanzo, al pari della famosissima Fattoria degli animali, indaga a fondo la struttura dei regimi totalitari, e ne abbiamo già una idea chiara appunto nella foto.

Lo sguardo minaccioso è quello delle vestali del femminismo, implacabili nel cercare di attaccare ogni manifestazione di dissenso, per quanto garbata, rispetto al dogmatismo. (altro…)