Perché sono profondamente contrario a “W EVA”[1]

taoNoi eredi di Eraclito, gli orientali, siamo tutti così.
Per noi, “il Vero ( è solo) l’intero”.[2]
E tanto ci basta.

Non esistono le “mezze verità”.
Non ci sono “verità parziali”.
Quelle valgono per i mezzi uomini, e le mezze femmine (ça va sans dire).
Cose da “falsari” insomma … “cosa vostra”.

Per noi sono, né più, né meno, che delle banali menzogne, alias, “verità“ con la v minuscola, e come tali le trattiamo.
Perché ve ne stupite?

Contrariamente alla percezione della massa, che ritiene finito il periodo delle ideologie, il ‘900, viviamo ancora oggi in una delle epoche più ideologizzate della storia.
Non ci credete, chiedete una prova?

A fine ottocento Nietzsche scriveva la seconda delle quattro “Considerazioni inattuali”, dal titolo, Sull’utilità e il danno della storia per la vita.
E aveva ragione, dato che a 140 anni di distanza il solo titolo …. desta stupore.
Chi scriverebbe infatti oggi “sull’utilità e il danno” di un argomento di una qualsivoglia importanza?
E’ un concetto “inattuale”, dovete convenirne, oggi su qualsiasi cosa, o se ne predica l’utilità o se ne proclama il danno, e quelli che sono per l’utilità stanno tutti da una parte, mentre quelli che sono per il danno, stanno tutti dall’altra.
La terza via … è stata cancellata, perché è l’ideologia ed il manicheismo ad  impregnare gli animi.

Va da sé, che essendo stata completamente soppressa la terza via, e valendo il dogma logico Tertium non datur (altra banalità occidentale) si parte dallo “chi non è con noi è contro di noi”, fino a scivolare nel più vile “Chi non prende le distanze dai Mostri è a sua volta complice degli stessi!”

GognaE l’antica gogna medievale viene nuovamente servita, e questa volta capillarmente e fino  dentro casa per il sollazzo del popolo bue.
Voi siete mele marce, cari miei, c’avete la testa bacata.
E’ la vostra intolleranza ideologica, il vostro entusiasmo “bestiale” da “piccoli inquisitori ” la causa prima della rovina del mondo, questa è la verità.

Comunque, questa lunga digressione serve da prefazione per affrontare meglio quello che sto per dire, che poi è l’argomento dell’articolo, ovvero, del perché non solo non prendo le distanze dalla “End Violence Against Women”, quello che ho battezzato il W EVA, ma perché sono addirittura contrario.

E nel farlo, nel manifestare la mia contrarietà, non confuto le statistiche, perché facendolo saprei di scendere al livello  “goebbelsiano“, che è uguale  dire, al vostro livello.

L’ho detto e lo ripeto ancora più forte, cari miei, per noi, “la verità è l’intero”, e dunque la Verità, quella con la V maiuscola, sta da un’altra parte!

La verità si trova nelle omertose omissioni, di cui siete parte, nei confronti della violenza tout court, quella che manca “all’appello”, che non ha la benché minima visibilità, e dunque non esiste, per completare appunto l’intero.

La Verità della W EVA è la violenza femminile che “se esiste è perché emulano quella maschile”.

La Verità della W EVA è l’invenzione del termine femminicidio quando il maschicidio non esiste.

La Verità della W EVA è quella della madre che getta i figli dalla finestra e che viene accompagnata in una casa di cura, mentre se lo fa il padre, viene immediatamente scortato in “gattabuia”.

La Verità della W EVA è il padre disoccupato o con una nuova famiglia e  che deve far mantenere lo stesso tenore di vita alla ex con-sorte che lavora.
Con-sorte?

La Verità della W EVA è il termine misoginia che è sulla bocca di tutti, mentre la misandria è ancora un concetto conosciuto solo da pochi adepti.
Infatti, il correttore ortografico mi segnala “misandria” come un errore..
Deve essere un errore.

La Verità della W EVA è che il 75% dei suicidi è maschile.
Non trovate strano che il “padrone” si suicida e la “schiava” sopravviva?

La Verità della W EVA è che l’83% dei “senza tetto” sono uomini.

La Verità della W EVA è che Il 92% delle “morti bianche” sono maschili.

La Verità della W EVA è che il 90% della popolazione carceraria è maschile.

La Verità della W EVA è la speranza di vita a 77 anni per gli uomini, e 84 per le donne.

La Verità della W EVA è che gli infanticidi/figlicidi sono compiuti, dalle mamme, per 2/3 verso i figli di sesso maschile.

Devo continuare?
Capite ora qual’è il problema?
No?


Ci credo che non lo capite,basta guardare Massimo Lizzi, è un esempio …bellissimo.
Uno che concepisce la violenza come unidirezionale, di un solo sesso verso l’altro e quindi necessariamente parziale e relativa, taccia me, uno per cui la verità è l’intero, repetita iuvant,  … di relativismo![3]

Bisognava proprio nascere per vedere quanta stupidità c’è sotto questo cielo, perché se me l’avessero semplicemente raccontato … non ci avrei mai creduto.

Animus

 

1 – Acrostico di  “End Violence Against Women “.
2 – Celebre affermazione di Hegel contenuta nella Fenomenologia dello Spirito.
3 – http://massimolizzi.blogspot.it/2013/05/uomini-che-relativizzano-la-violenza.html

 


This entry was posted in Filosofia della QM

2 Responses

  • Ottimo.
    E’ stupefacente come la responsabilità femminile e l’innocenza maschile stiano dalla parte dell’antimateria in questo Universo. Mentre la responsabilità maschile e l’innocenza femminile sono materia visibile.
    Eppure l’antimateria esiste. Ma è così difficile da intrappolare ed esibire

    • Sì, Rita, è stupefacente, come i Due stiano uno sulla parte in luce, l’altro sulla parte in ombra (faccio riferimento al Tao ma anche materia vs antimateria è corretto), eppure, deve avere una spiegazione logica e razionale.
      A costo di usare un’altra logica e razionalità, deve averla.