Blog Archives

La grande menzogna del femminismo

«La storia del genere umano è una storia di ricorrenti offese e usurpazioni attuate dall’uomo nei confronti della donna, al diretto scopo di stabilire su di lei una tirannia assoluta. […] lui l’ha oppressa sotto ogni punto di vista» (Declaration of Sentiments, Seneca Falls, 1848)

L’incontro di Seneca Falls nel 1848 negli Stati Uniti segna, per la maggior parte delle storiche femministe, il punto di partenza del movimento femminista, l’inizio delle rivendicazioni delle donne in maniera coordinata associate in gruppi così come lo conosciamo oggi.

La premessa soprastante stabilisce che: 1) la donna è la vittima della Storia; 2) l’uomo non è vittima della Storia; 3) il colpevole della sofferenza e dell’oppressione storica femminile è l’uomo. (altro…)

Società permissiva nemica dell’uomo

Attenzione: qui non si parla di società permissiva dal punto di vista morale, ma di società centrata sul capriccio individuale e sull’assenza di regole e tutele nei rapporti uomo-donna.

La condizione maschile si può migliorare solo mettendo in discussione alcuni assunti della società “liquida” dei consumi di cose e persone.

La guerra all’uomo iniziata col femminismo che pretende di aver coscienza politica, è in realtà funzionale alla disarticolazione delle strutture sociali e istituzionali fondamentali, che costituiscono un freno alla riduzione dell’essere umano a mero consumatore.

L’estremo permissivismo (a partire dai noti privilegi antimaschili che derivano da mantenimento e false accuse) è nemico di un ordine sociale stabile che parte dall’uomo, dal capofamiglia per arrivare alle complesse istituzioni che, piaccia o no, da sempre hanno fondamenta maschili.

(altro…)

Il femminicidio ferroviario

 

Giovedì 25 Gennaio 2018. A Pioltello, in provincia di Milano, succede l’ennesima tragedia ferroviaria italiana: un treno deraglia violentemente per cause riconducibili a probabile manutenzione eseguita male. Ovviamente ci sono feriti e, purtroppo, pure 3 vittime (numero tutto sommato contenuto, rispetto a ciò che si è rischiato). A questo punto nessuno si aspetterebbe che, in un paese normale e mentalmente sano, l’attenzione mediatica si focalizzasse su un aspetto tanto stupido e superfluo quanto il sesso delle vittime. Ed, invece, no perché siamo in Italia, uno dei vari paesi occidentali dove l’odio anti-maschile ed il femminismo/donnismo imperante a tutti i costi, hanno, oramai, raggiunto livelli da ospedale psichiatrico a cielo aperto. I media nostrani, infatti, ci informano subito che si tratta di una “strage delle donne”, in quanto le 3 vittime erano tutte di sesso femminile:

(altro…)

pensieri maschili

Ricevo dall’utente Maveryx e pubblico:

La donna rappresenta il riposo del guerriero, sentenziava Nietzsche. E vorrebbero gli uomini che fosse magari veramente così. Ma non bisogna considerare solo il “riposo” ma anche il “guerriero”.
Chiarisco: “Non sei guerriero allora non c’è nemmeno riposo”. Approfondisco: E se i problemi di rapporto con le donne non fossero altro che il riflesso di problemi nel rapporto con gli uomini, e quindi, nel caso, non risolvibili cercando di migliorare il rapporto con le donne ma soltanto imparando a sapersi rapportare con gli altri uomini?
Cioè se non ci sai fare con gli altri uomini, non ti sai far rispettare in un certo senso, per capirci, allora non sarai rispettato nemmeno dalle donne. Le donne calibrano sempre il loro comportamento su chi hanno davanti, anche per questo appaiono più sciolte, visto che non si curano di essere coerenti a qualche principio o linea guida ma seguono la soddisfazione immediata, e perciò se sei debole ti schiacciano, se sei timido ti deridono, se hai paura ti disprezzano, se tentenni ti sopraffanno, e così via. Se uno spera, magari in fondo al suo animo e senza nemmeno esserne del tutto consapevole, di trovare in loro un rifugio accogliente che lo salvi e lo rincuori e lo sostenga per le sue mancanze di grinta personalità e forza di carattere, quello è un uomo perso.

Aboliamo il matrimonio: è sfruttamento

Se vi dicessi che da migliaia di anni gli uomini si sposano convinti di aver raggiunto il paradiso dell’eros e scoprono alla velocità della luce che hanno solo scelto un carceriere per la propria libido.

Se vi dicessi che da migliaia di anni le donne gestiscono il proprio potere sessuale per mantenere gli uomini in uno stato di soggezione culturale, economica e politica. (altro…)

il fidanzato che non c’ era

https://news.google.com/news/story/dhRT_yChtXGcOVMZAPNbJUByG30gM?ned=it&hl=it

Qui abbiamo tutta una serie di link su un orribile fatto di cronaca.

Una coppia è stata aggredita da alcuni nordafricani .

Lui picchiato selvaggiamente, lei stuprata (altro…)

la scoperta dell’ acqua calda

La scoperta dell’acqua calda

Dopo 40 anni, la magistratura italiana ha stupito il mondo.

Una rivoluzione concettuale che, una volta di più, ribadisce il primato culturale e giuridico italiano.

La Prima sezione civile, con la sentenza 11504, ha stabilito l’arditissimo principio secondo cui :

(altro…)

Senza pudore

Ci viene segnalato un blog nel quale si parla di noi

Ida1

(altro…)

lezione da oltreoceano

clinton defeated

Il mostro ha perso.

Nonostante il sostegno di tutti i media collusi col potere, nonostante la pubblicità di uno star system sfiatato e sempre meno di qualità, nonostante sopratutto il sessismo alla base della sua campagna elettorale, che vaticinava l’avvento di una nuova età dell’ oro grazie alla “ Presidenta “ ( così direbbe una nota squilibrata ), il mostro guerrafondaio ha perso. (altro…)

Prostituzione maschile

cazzullo perchè?  Prostituzione maschile

 

La prostituzione è in larga parte femminile, chiunque lo sa.

Eppure esiste anche una prostituzione maschile.

Si tratta però di prostituzione intellettuale.

Come definire in altro modo frasi quali : (altro…)