Author Archives: admin

10.000.000

A Voice for Men
da A Voice for Men – Italia.
Grandi: congratulazioni e avanti così!

 Dopo la Prima Conferenza sulla Questione Maschile la nostra comuntà ha un altra ragione per celebrare.

Il 1o Novembre 2011 AVfM raggiunse il suo primo milione di visite.  All’epoca ero così incoraggiato che scrissi

“Dopo 15 mesi online stiamo rapidamente raggiungendo il primo milione di viste. Se il traffico continua a crescere ne avremo almeno il doppio fra altri 15 mesi.  Scommetto che faremo ancora meglio grazie agli sforzi dedicati di tutti quanti stanno contribuendo con aggiunte di qualità alla crescente libreria sui diritti degli uomini, e grazie al crescente numero di uomini e donne che si stanno alzando” (altro…)

Umorismo coniugale

20140608_pppne.png.pagespeed.ce.nmmwSr99n8Una delle notizie più umoristiche che mi sia capitato di leggere ultimamente è quella di un comitato di mogli nella mia zona, tra Mestre e Mirano, in provincia di Venezia.

“Club delle Mogli”: così si sono battezzate, e il loro obiettivo è combattere la prostituzione per la quale i loro mariti dissipano i risparmi famigliari.

(altro…)

La lettera da cancellare

Da A Voice For Men Italia http://it.avoiceformen.com/diritti-umani/avvocata-pretende-la-cancellazione-dellultima-lettera-di-un-papa-separato/

48_bio_profileAvvocata pretende la cancellazione dell’ultima lettera di un papà separato

By 0 Comments

Una moglie che potrebbe aver portato il marito al suicidio con l’appoggio dei nostri tribunali familiari corrotti, ha il diritto di copyright sull’ultima lettera dove il marito annunciava il suicidio?

Sì, secondo l’avvocata Rachelle H. Hill, dello studio legale Bean, Kinney and Korman, e secondo un giudice.  L’avvocata ha scritto ad A Voice For Men pretendendo la cancellazione di un post dei nostri forum che contiene la lettera.

Non succederà. (altro…)

Comunicato stampa Movimento Contro Erode

francesco-cellie-da-tuturano-striscioneIl “Comitato Civico 25 – MoVimento per la Solidarietà Sociale”, nella persona del Coordinatore Cittadino Cristofaro Fabio, col supporto del Movimento Civico “Noi Ci Siamo”, in persona del Coordinatore Cittadino dott. Camarda Antonio, ed in collaborazione col “Movimento contro Erode Italia” e “Fe.n.Bi. Puglia”, rispettivamente nella persona del Coordinatore Nazionale e Regionale Cellie Francesco, organizzano giovedì 10 aprile 2014, alle ore 17 presso l’ex Sala Consiliare in via Barbaro-Forleo Francavilla Fontana, il Convegno “Affidamento Condiviso – Realtà o Utopia?”.

  (altro…)

Affido Condiviso: retromarcia compagni!

da Strade http://stradeonline.it/diritto-e-liberta/550-affido-condiviso-pericolosi-passi-indietro-sulla-bigenitorialita

Affido condiviso, pericolosi passi indietro sulla bigenitorialità

Aprile 2014 / Diritto e libertà

02 Aprile 2014

L’Italia ha dal 2006 una legge all’avanguardia sui temi della parità genitoriale e dei diritti dei minori, che prima è stata disapplicata in base a una giurisprudenza ostile e poi, con il cosiddetto “decreto sulla filiazione”, è stata sabotata nei punti su cui si regge il modello dell’affido condiviso, cioè la frequentazione sostanzialmente paritetica ed il mantenimento diretto. Urge rimedio

faraci sito

Sta continuando, in questa legislatura, la battaglia politica sul tema dell’affido condiviso dei figli in caso di separazione, tra coloro che desiderano una piena realizzazione della riforma del 2006 nella sua parte sostanziale e coloro che invece cercano di smontarne gli elementi fondanti. (altro…)

Horst Arnold ammazzato dalle nazi-femministe

da A Voice For Men – Italia http://it.avoiceformen.com/falseaccuse/horst-arnold-ammazzato-dalle-nazi-femministe/

Horst Arnold ammazzato dalle nazi-femministe

By

Young man behind the barsHorst Arnold era un insegnate tedesco.  Nel 2001 la collega Heidi Külzer lo accusò falsamente di stupro.

In base alle leggi nazi-femministe, il giudice Christoph Trapp (che mai pagherà in prima persona) lo condannò a 5 anni sulla base della sola parola della donna.

Horst Arnold ha così perso il lavoro, la famiglia, ed in carcere ha scontato fino all’ultimo giorno, in quanto, essendo innocente, ha rifiutato di sottoporsi a programmi femministi di riabilitazione per uomini sturpratori. (altro…)

Il padre negato

“Il papà: non se lo fila più nessuno” titolava ieri 12 Febbraio Sabrina Cottone (nella foto) sul giornale.

cottoneLa giornalista riportava una ricerca dell’istituto Giuseppe Toniolo, dell’Università Cattolica, quindi probabilmente di area cattolica. Quell’area in angosciante crisi di identità, la quale da un lato approva la cancellazione dei termini “padre” e “madre” dai moduli di iscrizione a scuola, dall’altro si lamenta della crisi di identità sessuale (ci sarà qualche legame tra la crisi di identità sessuale e la crisi di identità religiosa? chissà …)

La Questione Maschile in quanto espressione del disagio maschile nella società contemporanea è emersa in questi anni come area marginale, talvolta nostalgica se non reazionaria, in ogni caso sconnesse parole controvento laddove tutto punta altrove. (altro…)

Grazie a Vittorio Sgarbi: sono balle!

Ci sono domande che non hanno cittadinanza.

Perché?

Ci sono domande che non hanno cittadinanza, ci sono numeri che non si possono discutere, ci sono dogmi più indiscutibili dei dogmi religiosi.

Ci vogliono bastian contrari come Vittorio Sgarbi per fare domande a tutti evidenti, che abbiano il coraggio di mettersi contro tutti e urlare che i numeri sono numeri!

Dobbiamo ammettere che tutte le affermazioni di Sgarbi in questa intervista sono assolutamente condivisibili: noi tutti siamo contro la violenza, la violenza in quanto violenza ovvio, non solo contro la violenza sulle donne. Quindi siamo anche contro la violenza sulle donne. Ciò che contestiamo sono i numeri.

E ringraziamo Vittorio perchè ha avuto il coraggio di dirlo in un ambiente così intollerante da far rimpiangere le sette!

[è una trasmissione datata: ma il fatto che il messaggio di Sgarbi non sia stato ancora colto, è ancora più grave]

Paesi Incivili e Paesi Incivili

Ci sono paesi incivili e paesi incivili. Non ci sono paesi civili.

Questo caso dimostra che negli USA c’è un pizzico di civiltà più che in Italia:

_h353_w628_m6_otrue_lfalse   http://news.msn.com/crime-justice/mich-woman-gets-prison-for-false-rape-report

Questa donna, Sara Ylen è stata condannata a 2 anni di prigione per aver sporto una falsa denuncia di violenza sessuale, e a 3 anni per aver falsificato le prove.

Questa è una buona notizia, indice di una civiltà giuridica più avanzata di quella italica.

La brutta notizia, quella che dimostra quanto anche gli USA siano tuttora un paese incivile, emerge dal confronto tra la condanna della donna e quella degli uomini accusati falsamente. (altro…)