Monthly Archives: giugno 2013

Chi Siamo?

Noi siamo i testimoni.

Siamo gli arcangeli dolorosi di un mondo che crolla,
siamo i figli di una nuova razza non ancora nata,
ma che già vibra in noi come un vento carico di minacce e di polline nuovo.

Non sappiamo cosa vogliamo,
il nostro oracolo è sigillato,
i nostri sogni oscuri,
i nostri segni contraddittori. (altro…)

Il frutto avvelenato del femminismo

Sul mio blog ricevo un commento anonimo così:

07-05_adamoeva_michelangelo-264x300Citazione

Prima cosa: un tema che gira gira sembra dare ragione sempre all’uomo…se una donna ha la lingua lunga…è giusto batterla; se una donna ti lascia e non ne ha il diritto visto che io uomo la “possiedo”, è mia, la rincorro, divento uno stalker, la pugnalo, la uccido…come al solito il pensiero maschilista prevale..la donna è un misero esserino che deve solo tacere e se apre la bocca è solo per fare cio’ che all’uomo fa piacere (tra le altre cose trovo la cosa citata da lei un po volgare visto che i suoi scritti vengono letti da chiunque…scivolare in mezzo a tanta intellettualità maschile con un epilogo del genere….) Guardi sono una donna quindi da misero esserino le dico:cambiate cultura, la donna è il vs fiore all’occhiello!

(altro…)

Scienza di genere

 

lysenko

Come ho scritto nel precedente articolo non sono nuovi i tentativi dei regimi autoritari di assoggettare il libero pensiero scientifico per fini propagandistici.

Il caso Lysenko rimane uno degli esempi più clamorosi. (altro…)

Su femminicidio e violenza domestica

Il femminicidio, quello vero, delle femmine uccise in quando femmine, è un fenomeno che non riguarda l’occidente, bensì la Cina.

Infatti i successori di Mao, consapevoli che la parabola comunista avrebbe portato anche loro (come l’URSS) al disastro dell’autoimplosione, hanno ingegnosamente pianificato per tempo la transizione all’economia di mercato, preparando l’espansione economica cinese su scala mondiale.

Si ok, direte voi, ma questo cosa c’entra col femminicidio?

C’entra, perché una delle strategie per far decollare l’economia cinese è stata proprio la legge sul figlio unico, che “ha avuto come conseguenza” (trovato l’inganno, sia fatta la legge!) la soppressione, c’è chi dice, di 100 milioni di femmine. (altro…)

Libertà di Coscienza e 194

Franco Conte, consigliere comunale a Venezia

Il 10 Giugno 2013 nel Consiglio Comunale di Venezia il consigliere PD Franco Conte ha proposto la seguente mozione:

Citazione

Oggetto: Tutelare il diritto all’obiezione di coscienza in ambito medico sanitario

Premesso che
alla Camera dei Deputati martedì 11 p.v. è in discussione f.o.d.g. “MOZIONE RELATIVA AL DIRITTO ALL’OBIEZIONE DI COSCIENZA IN AMBITO MEDICO SANITARIO”  che intende impegnare il Governo ed il Parlamento a porre limiti all’obiezione di coscienza dei medici nell’esercizio della loro professione

Impegna il Sindaco

a rappresentare la volontà del Consiglio comunale di Venezia, che nel rispetto delle normative vigenti, sia tutelata l’obiezione di coscienza dei medici in coerenza alla carta deontologica della professione medica.

(altro…)

Solidarietà agli ebrei ortodossi

Jewish women members of the Orthodox-femE’ da tempo in corso un violento attacco al luogo più sacro dell’ebraismo da parte delle militanti del movimento “Women of the Wall”, appoggiate dai gruppi del femminismo statunitense.

(altro…)

La menopausa : una cospirazione maschile

menopausa colpa del desiderio maschileLì per lì non volevo crederci. Non mi pareva possibile che fosse stato pubblicato uno studio che affermava tali assurdità.

In pratica, si è arrivati ad addebitare al maschio la responsabilità evolutiva della menopausa !!!

Abbiamo sempre saputo che la selezione sessuale è esercitata dalle femmine che scelgono il maschio a loro più congeniale (quello più adatto ad avere la progenie migliore).

Contrordine compagni: la selezione sessuale la fanno gli uomini e addirittura sono stati loro a determinare la comparsa della menopausa nelle donne, menomandone definitivamente la capacità riproduttiva in tarda età.[1] (altro…)

Che sia capito quello che è capitato (alle donne violente)

Marina Terragni e le tre “cattive maestre”

cattive maestreNell’articolo del 7 giugno  è così che  Marina Terragni, conclude la sua “inquisitoria” contro la prima cattiva maestra.

Una condanna che però sa di assoluzione, sicuramente un buon consiglio per  l’avvocato.

Mi sembra già di sentire la difesa: “una donna in cui riemerge chiaro il dramma infantile cui fu sottoposta, prima in età infantile, dalle violenze del padre sulla madre, poi uno stupro adolescenziale quando la cultura della stupro era la prassi, etc etc
Chi potrebbe contestarlo? (altro…)

Femmina suicida, maschio processato

La femmina si suicida. I maschi finiscono sotto processo.

Si getta dal balcone, otto minorenni indagati per istigazione al suicidio
Attrice si suicida, arrestato il fidanzato per istigazione
Suicidio di Sandra Laino, un atto d’accusa contro il marito

Prima di mettersi a dibattere se e come e quando e quanto e in che senso si possa considerare che forse bla bla bla 
Prima di passare nel campo più che legittimo della psicologia delle relazioni umane etc etc etc  … (altro…)

La Rete delle Reti Femminili

Capita che ci siano uomini  accusati falsamente di stupro, ed è successo anche recentemente ad un povero barbone a Napoli .
Capita che talvolta si arrivi al processo e che l’accusato venga assolto.
Capita anche che l’accusato venga condannato in primo grado e talvolta anche in secondo per ottenere giustizia solo dopo molto tempo .
Ma capita anche che venga condannato in ogni grado di giudizio ma sia comunque inequivocabilmente innocente . (altro…)